Virgilio Sport

Crisi Juve, il punto sul dopo Allegri: le ipotesi che fanno sognare e la pista interna (apprezzata dai tifosi)

Allegri accerchiato dalle critiche dei tifosi e non solo: si apre il dibattito sul possibile sostituto, tra nomi di altissimo livello e soluzioni interne

Pubblicato:

Partiamo da un presupposto fondamentale, ovvero che Massimiliano Allegri, obtorto collo, conserva la propria panchina. La dirigenza della Juventus si trova un po’ all’angolo, visto che non può esonerare di colpo il tecnico toscano, avendo un lauto contratto in essere sino al 2025. Perciò, anche in caso di batosta contro il Monza, Allegri resta dove sta come riporta Tuttosport.

Eppure i tifosi non si rassegnano, con gli animi surriscaldati da un avvio di stagione che tra campionato e coppe ha portato in dote ai bianconeri solo due vittorie su otto partite (ma al di là dei freddi numeri, ciò che viene rimproverato anche dagli addetti ai lavori è la mancanza di gioco espressa dalla squadra). L’attuale allenatore è diventato il bersaglio della base juventina e non solo, e ciò anima anche i dibattiti su chi potrebbe prendere il suo posto sulla panchina del team torinese.

L’opzione Zidane, tra sogno e realtà dei fatti

Ci sono varie opzioni, in bilico tra il sogno più metafisico alle opportunità più concrete. Nel primo caso i tifosi volano alto spingendo per Zinedine Zidane, ma in realtà su Twitter si stanno facendo largo opinioni se non critiche in merito, almeno decisamente pragmatiche. “Alla Juve serve un allenatore [tutto in maiuscolo, ndr], qualcuno che insegni calcio non un gestore di uomini… Quindi chi scrive Zidane non ci ha capito molto”, sentenzia Quintino; MaxG aggiunge: “Credo sia difficile. Però se si va avanti così, può diventare possibile. E visto cosa si legge, penso sia fuori luogo pensare ad allenatori come Zidane e Tuchel. Questi vogliono un mercato importante per arrivare”. Thomas Tuchel, fresco di esonero dal Chelsea, secondo il portale All Football viene considerato una opzione molto realistica per la panchina della Juventus, ma al momento siamo al livello delle speculazioni.

Gli altri nomi per la panchina della Juventus

Tra gli altri nomi anche quelli di Tudor e di De Zerbi, ma anche qui i tifosi sul web hanno qualcosa di ridire. Francesco twitta: “Se prendono De Zerbi non fanno altro che peggiorare la situazione, ormai a questa squadra non puoi imprimere nessuno tipo di gioco o altro, o prendi Zidane o tanto vale che continui con Allegri”; Juventus E Basta commenta: “Tudor sinceramente piacerebbe anche a me ma qua servono idee reali, e non lo sono nemmeno Zidane e Tuchel… Per questo dico che al momento bisogna solo sperare di riprendersi e vedere a fine anno che succede”; Alessia Nieddu scrive: “Zidane è un profilo più adatto di De Zerbi per la panchina della Juventus”.

La piazza insomma è divisa, ma prevale un certo realismo, ammantato di un po’ di rassegnazione. Anche perché l’ipotesi Zidane, per dire, è molto in salita vista anche la volontà più o meno espressa del Pallone d’Oro, attualmente a spasso, di andare ad allenare la Nazionale francese dopo i Mondiali in Qatar.

L’ipotesi interna: il vice Landucci

Una ipotesi un po’ meno immaginifica è quella che porta a soluzioni interne. Abbiamo parlato in questi giorni di Paolo Montero, attualmente alla guida della Juve Under 19; ma nelle ultime ore è spuntato anche il nome di un fedelissimo di Allegri, ovvero Marco Landucci. Il viceallenatore della prima squadra guiderà la formazione contro il Monza essendo il tecnico toscano squalificato dopo il finale al fulmicotone di Juventus-Salernitana, finita 2-2.

Come riporta l’edizione online della Gazzetta dello Sport Landucci è una figura abbastanza stimata dai tifosi, in virtù dei risultati apportati quando nella scorsa stagione sostituì Allegri in due match, portando a casa prestazioni notevoli come la rimonta contro la Roma passando dallo svantaggio in trasferta del 3-1 al 3-4 nel giro di una decina di minuti (ma fu anche la partita dove si infortunò Federico Chiesa, iniziando il lungo periodo di stop). Su Twitter Thomas Tuchel (non certo l’allenatore, ovviamente) scrive: “Non escluderei Monza come banco di prova per Landucci sperando di averlo in casa il traghettatore, non sarebbe un’idea così sbagliata”. E Nathan, sarcastico: “Ah ma contro il Monza, in panchina c’è Landucci. Apposto, Allegri salvo”.

Ancora, Matthijs_Pog twitta: “Landucci insegna calcio domenica”. E Guido Olivares: “Unpopular opinion: il miglior sostituto di Allegri la Juventus lo ha già in casa, e si chiama Landucci”. Ma c’è anche chi non crede in una inversione di rotta con la presenza del vice sulla tolda di comando: “A Monza ci sono tutti i presupposti per fare un’altra figura di m***a (ovvero il classico 1-1 in casa della neopromossa, o anche peggio a sto punto). E cambia poco che ci sia Landucci in panchina. Questa squadra, che ribadisco scarsa non è (non più), è devastata mentalmente”.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Falkensteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...