SPORT
  1. Home
  2. STORIE

De Rossi, il divorzio e le inchieste: la controversa vita privata

Una vita non banale e un ruolo inimitabile: questo è capitan futuro, Daniele De Rossi

Daniele De Rossi è e rimarrà sempre e per sempre capitan futuro. Quel ragazzino che dai campi polverosi della Roma vera, pasoliniana e malinconica in maniera struggente alla Carlo Verdone, incontra un sogno (la Roma) e si innamora di quel sogno senza lasciarsi abbagliare dalla seduzione della gloria facile. Come suo padre, una figura di spicco nel calcio romano e romanista (prima giocatore e poi allenatore), e com’è nella sua storia, legata a doppio filo alla Capitale e ai suoi paradossi.

A quasi 36 anni ha ancora voglia di giocare, di governare il centrocampo e di inventarsi diga al momento opportuno. Un genio, nel suo ruolo e in un’epoca calcistica che si sente persa senza gli eroi del Mondiale 2006.

Un ragazzo fortunato che, però, non ha ricevuto solo riconoscimenti e affrontato stagioni esaltanti. Perché Daniele ha sostenuto pesi enormi, per un uomo della sua età, per un personaggio pubblico esposto alla luce non sempre favorevole dei riflettori, mantenendo comunque una regola. La sua.

Ancora giovanissimo ma già De Rossi, il più grande talento romano dopo Francesco Totti, conosce Tamara Pisnoli, allora una ragazzina che aspira, come tante, a ritagliarsi un ruolo televisivo che passa per Sarabanda alla ricerca di una inquadratura in più. L’amore con Tamara Pisnoli esplode con la stessa impulsività che vanta in campo e l’arrivo di una bambina è una conseguenza naturale, ovvia. Quel matrimonio con tanto di carrozza e lustri che sapevano già di un mondo ai limiti della terra di mezzo, verrà definito poi da De Rossi “un errore”, con strascichi molto, troppo pericolosi non smettono di tormentare la vita di un ragazzo come lui.

Nel 2008, come riportano le cronache da ANSA a Repubblica, muore il suocero ex rapinatore che fu ucciso nel 2008 con un colpo di fucile sparato in bocca nelle campagne di Aprilia. Emergerà quello che poi ha travolto e segnato Daniele De Rossi e sgretolato la sua famiglia, lasciando descrivere una figura assai controversa che poi a livello giudiziario sarà prepotente.

Tamara Pisnoli viene definita nell’ordinanza del gip riportata da Repubblica una donna che “ha una significativa tendenza all’uso della violenza”. La ex moglie “deve ritenersi una persona di indole violenta, con un’abitudine a rapporti improntati alla sopraffazione e all’intimidazione, che gestisce la sua enorme ricchezza appoggiandosi ad ambienti criminali”. Un profilo di cui si è tornati a parlare, dopo l’esecuzionedavanti a un asilo nido alla Magliana, periferia romana, in tempi recenti di uno degli uomini condannati nella stessa inchiesta che la interessò.

La stessa cronaca riporta poi il legame con l’ex di Claudia Galanti, Arnaud Mimran, e quel Mondo di mezzo su cui la magistratura ha provato a fare chiarezza toccando anche la vita di De Rossi, soprattutto a seguito della separazione dalla Pisnoli, avvenuta nel 2009. In questioni più recenti, nelle indagini è emerso il suo nome legato a figure ambigue, ma la sua posizione è stata archiviata.

Oggi Daniele De Rossi, la componente più lunare e crepuscolare della romanità romanista, vive accanto alla sua seconda moglie, l’attrice Sarah Felberbaum, un’esistenza più riservata e pacata. Da lei ha avuto due figli e ha coronato il sogno di unirsi in seconde nozze lontano, all’estero, distante da tutto il clamore nostrano.

In un’intervista rilasciata a Vanity Fair è stata proprio lei, però, ad accennare velatamente al futuro di De Rossi lontano dalla Roma. Una frase la sua, relativa al rinnovo, che non lasciava presagire nulla di buono, nulla di romanista nell’immediato.

VIRGILIO SPORT | 14-05-2019 17:16

De Rossi, il divorzio e le inchieste: la controversa vita privata Fonte: ANSA

SPORT TREND