Virgilio Sport

Di Bello sotto accusa: anno no per l’arbitro di Brindisi, web in tilt

Stagione nera per Di Bello, che sbaglia tutto nella sfida di coppa tra Milan e Atalanta. A inizio campionato l'altro errore macroscopico: il rigore non dato al Bologna con la Juve.

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Finora stagione da dimenticare per Di Bello, reduce da un arbitraggio da incubo nella sfida dei quarti di Coppa Italia tra Milan e Atalanta. Pur essendo uno dei fischietti di punta, il brindisino ha sbagliato tanto, troppo, nell’arco di questa stagione: tra gli errori più clamorosi il rigore non concesso al Bologna nel match contro la Juventus. E il web, ormai, non gli perdona più nulla.

Altra serataccia per Di Bello: quanti errori in Milan-Atalanta di coppa

Ieri la sua ultima gara. A San Siro. Per Milan-Atalanta, quarti di Coppa Italia. Una direzione di gara scandita da errori continui da parte di arbitro e Var. Come il penalty non concesso agli orobici sullo 0-0 per fallo di Reijnders su De Roon, da cui è scaturita l’espulsione per proteste di Gasperini. Valutazione errata sul rigore poi assegnato a inizio ripresa alla Dea che ha scatenato la reazione Pioli e Leao nel post partita. Infine il tocco di braccio di Holm nel recupero neppure rivisto al monitor. Insomma, una notte da dimenticare per Di Bello, che ha saputo scontentare proprio tutti.

Di Bello, piovono critiche sui social: che cosa è successo

Non poteva certo passare inosservato, l’arbitraggio di Milan-Atalanta. “In Italia abbiamo un livello di arbitri pari allo zero” scrive su ‘X’ Maikol Tidei riferendosi a Di Bello. “Non scrivo nulla su Di Bello perché se lo faccio mi arrestano e mi rovino la vita” rincara la dose Gabriele Barboni. E, ancora, “tutti increduli e stupiti dalle decisioni del magico duo Di Bello-Valeri” commenta La casa del Diavolo. “Catastrofico Di Bello: nega prima un rigore agli orobici, poi gliene regala uno. E decide la qualificazione non fischiandone uno netto ai rossoneri al 94’” chiosa Daniele Triolo.

L’annata nera di Di Bello: in Juve-Bologna un altro errore macroscopico

Juve-Bologna, seconda di campionato. Iling-Junior atterra Ndoye: il rigore è solare e ci sarebbe anche espulsione per il bianconero. “Ho visto bene io, sono caduti assieme” dice Di Bello. L’errore è di quelli clamorosi, l’Aia lo riconosce e ferma il fischietto pugliese per un (solo) turno. In un’altra circostanza è stato il Var a salvare l’arbitro da un’altra topica colossale. Sassuolo-Lazio: Di Bello espelle Provedel perché ritiene che il portiere abbia preso il pallone con le mani fuori area. Sbagliato. Ed è il Var a cancellare il suo errore. Var (Mazzoleni) che lo corregge anche in Inter-Udinese, quando non vede il fallo da rigore su Lautaro Martinez. In Napoli-Monza 0-0 perde il controllo del match dopo aver concesso un penalty sacrosanto ai brianzoli, ammonendo tutti.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...