,,
Virgilio Sport SPORT

Difesa da record e implacabile in trasferta: come vola l'Italia di Mancini

Gli Azzurri vincono per la prima volta a Sofia restando a punteggio pieno nelle qualificazioni al Mondiale e fissano il nuovo record di cleah sheets in trasferta.

29-03-2021 10:50

Contava vincere. E l’Italia lo ha fatto. Ok, la cifra di gioco espressa nelle prime due partite del 2021 non sarà stata scintillante, ma la Nazionale di Roberto Mancini ha iniziato come meglio non avrebbe potuto il percorso di qualificazione al Mondiale 2022.

Due vittorie su due partite contro Irlanda del Nord e Bulgaria, quattro reti segnate e nessuna subita, meglio della Svizzera (che ha subito un gol all’esordio in Bulgaria), con la quale con ogni probabilità gli Azzurri dovranno dare vita ad un testa a testa per il primato del girone B.

Il percorso terminerà nel novembre 2021, un anno prima del via della rassegna iridata in Qatar, ma conviene già segnarsi le date della doppia sfida con i rossocrociati, in programma: 5 settembre in trasferta, 12 novembre in casa.

Roberto Mancini, interrogato a Sofia dopo il successo firmato Belotti e Locatelli, ha dribblato con la stessa arte che lo contraddistingueva in campo le domande in merito alla potenziale importanza della differenza reti: “Segnare tanto è importante, ma noi contiamo di battere la Svizzera per essere primi”. Lapalissiano.

Intanto il successo di Sofia è già nella storia perché gli Azzurri non avevano mai vinto da quelle parti in sei precedenti, con quattro pareggi e due sconfitte. Era inoltre dal settembre 2008 che la Nazionale italiana con vinceva ciascuna delle prime due gare di qualificazione ai Mondiali, con Marcello Lippi alla guida. 

Serata di sostanziale vacanza per Gigio Donnarumma, che si sta abituando a non subire reti in nazionale. Grazie allo zero alla casella gol incassati in Bulgaria, infatti, l’Italia ha registrato la più lunga striscia di clean sheets in trasferta della propria storia, sei, superando il record precedente collezionato sotto la gestione di Ferruccio Valcareggi tra il 1972 e il 1974. Durante questa striscia gli Azzurri hanno vinto nove delle ultime 10 trasferte in tutte le competizioni (con un pareggio), realizzando 22 gol e incassandone soltanto due nel parziale. 

E a proposito di trasferte, Andrea Belotti ha confermato il proprio feeling con il gol con la Nazionale, ma… lontano dall’Italia. A segno a Sofia dal dischetto (quarto rigorista diverso negli ultimi quattro tentativi dagli undici metri dell’Italia, dopo Grifo, Orsolini e Jorginho), il Gallo ha infatti segnato nove gol fuori casa con la Nazionale azzurra: solo Silvio Piola, Gigi Riva (13 entrambi) e Giuseppe Meazza (12) hanno fatto meglio in trasferta.

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...