Virgilio Sport

Ex Juve dalla paura di morire alla rinascita: Ho smesso

Tra dipendenza dall'alcol e infezioni varie il suo destino sembrava segnato

15-11-2020 10:51

Era talmente messo male che il suo fisico non avrebbe retto neanche quel trapianto di fegato che sembrava l’unica via d’uscita. Fabian ‘O Neill solo nello scorso luglio era in condizioni disastrose. L’ex centrocampista di Cagliari, Juventus e Perugia aveva confessato a El Pais di aver dissipato tutti i suoi guadagni e di sbarcare il lunario dando una mano nel bar “La Nueva Lata”, a Montevideo. A soli 43 anni O’Neill ha sperperato un patrimonio di 14 milioni di dollari e vive a casa della suocera con la terza moglie e il figlio Favio, calciatore come lui ma alla Gazzetta rivela di essere uscito dal tunnel.

O’Neill ha superato i problemi con l’alcol

“Ultimamente mi sento molto bene. Grazie a Dio sto lottando e ho superato i problemi con l’alcol. Dovrò essere per sempre riconoscente alla mia famiglia che nei momenti più difficili mi è stata accanto e mi ha dato la forza per combattere”.

Nel giugno di tre anni fa O’Neill aveva subito un intervento chirurgico alla cistifellea. Avrebbe dovuto restare tre anni senza bere, ma l’astinenza è durata appena un mese: con il fegato ormai compromesso dall’abuso di alcol e una seria infezione alle vie urinarie la sua sorte sembrava segnata.

La grande amicizia tra O’Neill e Zidane

A chiamarlo furono tanti ex compagni, tra cui Zidane, di cui è sempre stato ammiratore e per il quale anche oggi riserva belle parole

“Ho avuto la fortuna di giocare con tanti campioni. Zidane e Conti, sono tra questi. Ma per me l’unica cosa importante era l’uomo che stava dietro al calciatore. E in questo Daniele e Zizou sono due fenomeni anche senza palla”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...