,,

Virgilio Sport SPORT

Gp Australia pagelle: flop Ferrari, la gara di Bottas da 10+

Il racconto curva per curva del gp di esordio del mondiale 2019

Bottas vince il Gran Premio di Australia gara inaugurale del Mondiale di Formula 1 2019 e si prende anche il primo punto addizionale per il giro veloce! Hamilton arriva secondo dietro il compagno di squadra, subito doppietta Mercedes. Terzo Verstappen con la Red Bull. Anonima la gara della Ferrari: quarto Vettel con evidente calo di motore, quinto Leclerc. A punti anche Magnussen, Hulkenberg, Raikkonen ottavo, Stroll e Kvyat. Dietro, 15° Giovinazzi con l’altra Alfa Sauber

CLASSIFICA FINALE (58 giri): 1. Bottas 2. Hamilton; 3. Verstappen; 4. Vettel; 5. Leclerc; 6. Magnussen; 7. Hulkenberg; 8. Raikkonen; 9. Stroll; 10. Kvyat

LE PAGELLE DA MELBOURNE

Bottas si merita un 10, anzi 10+ come il punto che si prende per il miglior giro. Tutto meritato vista la partenza, il passo, la gestione delle gomme: perfetto in una parola. Hamilton è da 7 perchè porta a casa 18 punti importanti in una domenica compromessa dalla scelta del suo box (voto 4) di richiamarlo troppo presto per coprire un Vettel che invece continua il trend negativo dello scorso finale di stagione. Il tedesco si becca 6 visto che non ha colpe per il calo di motore di una Ferrari (voto 5) con molti più problemi sembra dello scorso anno e un Leclerc (voto 5) già messo in riga nel ruolo di scudiero. Verstappen è sempre il solito Max e merita 8 perchè è l’unico per cui è valsa la pena alzarsi alle 6 di mattina. Un 7 a tutti quelli a punti: Magnussen, Hulkeneberg, l’ottimo Raikkonen e Kvyat. Merita un 8 di riscatto Stroll che in barba a tutti quelli che gli han dato del raccomandato e figlio di papà va già in top ten alla prima gara. Maluccio invece Giovinazzi, voto 5 ma comunque rimandato.

RIVIVI LA DIRETTA LIVE DELLA GARA

Grazie a tutti per essere stati con noi, restate con noi per tutti gli aggiornamenti, le interviste e i commenti da Melbourne. Qui potete vedere le classifiche Mondiale piloti e Mondiale costruttori. Appuntamento con la prossima diretta dal Bahrain domenica 31 marzo (Calendario F1 2019)! CIAO!

VALTTERI BOTTAS VINCE IL GRAN PREMIO D’AUSTRALIA!

INIZIA L’ULTIMO GIRO: Bottas si riprende il giro veloce!

-2 giri: Verstappen è sempre più vicini, riuscirà ad attaccare Hamilton? Manca poco però

-3 giri: Verstappen è quasi in zona drs con Hamilton

giro 54: giro veloce di Verstappen che avvicina Hamilton e prenota il punto addizionale!

ULTIMI 5 GIRI

giro 53: Leclerc resta dietro a Vettel, probabile ordine di scuderia in casa Ferrari per proteggere il tedesco

giro 52: lotta furibonda tra Stroll, Kvyat e Gasly per la nona e decima posizione

giro 51: Vettel ha sicuro problemi che stanno limitando la sua power unit, oltre 10km/h più lento sul rettilineo rispetto a Mercedes e Red Bull

giro 50: Leclerc ha ripreso Vettel

giro 49: piccolo lungo di Max Verstappen che sta dando tutto per attaccare Hamilton

mancano 10 giri alla fine!

giro 47: Leclerc a meno di 4 secondi da Vettel, ci sarà battaglia tra i due?

giro 45: Hamilton sta beccando 25 secondi da Bottas! Incredibile

giro 44: infatti Leclerc con gomma più nuova sta recuperando sul compagno di squadra ed è a 5 secondi dal tedesco

giro 43: Vettel team radio: “Perchè vado così piano?!” Non si esclude qualche perdita di potenza della power unit Ferrari ma dai box nessuna conferma

giro 42: altro giro veloce di Bottas

punto sulle Alfa Sauber: Raikkonen è buon 8°, Giovinazzi 15°

giro 40: continua lo strapotere di Bottas. Ferrari quasi anonime in questo momento

giro 39: si ferma Gasly che rientra decimo ma viene subito superato da Kvyat. Un po’ di baruffa in casa Red Bull-Toro Rosso

giro 38: giro veloce ancora per Bottas! A 20 giri dalla fine Bottas ha 20 secondi di vantaggio su Hamilton

giro 37: a punti per ora sono Gasly (che non si è fermato), Magnussen, Hulkenberg, Raikkonen e Stroll (che non si è fermato)

giro 35 distacchi: 1. Bottas; 2. Hamilton a 18″; 3. Verstappen a 1″; 4. Vettel a 6″; 5. Leclerc a 11″

giro 33: Verstappen è a meno di un secondo da Hamilton

intanto si sono ritirati nell’ultimo giro Ricciardo con la Renault e Grosjean con la Haas

giro 32: giri veloci per Bottas e Leclerc, Verstappen si è messo in caccia di Hamilton

giro 31: Verstappen supera Vettel! Perfetto incrocio delle linee dell’olandese che poi allunga in rettilineo e supera il tedesco della Ferrari

giro 31: Bottas ha 16 secondi su Hamilton

giro 30: Verstappen vicinissimo a Vettel!

giro 29: Leclerc ai box, monta gomma bianca, la più dura. Pit stop anche per Giovinazzi che scivola al 17° posto

giro 28: Verstappen ora con gomma nuova sta rimontando su Vettel, i due tra un po’ saranno in lotta

Leclerc è l’unico che non si è ancora fermato

giro 26: giro veloce di Bottas! Si ferma Verstappen! L’olandese rientra alle spalle di Hamilton e Vettel

giro 25: Hamilton team radio: “Non so se ce la faccio fino alla fine con queste gomme”

giro 23: si ferma Bottas che rientra dietro Verstappen

giro 23: Hamilton chiede ai box: “Perchè mi avete fermato così presto?!

giro 22: nuovo giro veloce di Bottas!

giro 21: ed infatti arriva il giro veloce di Bottas!

giro 20: dopo i primi giri ora i primi due vanno più forte con gomme usate di Hamilton e Vettel che forse hanno cambiato troppo presto

giro 19: Giovinazzi dopo i primi pit stop era salito al 9° posto, ora dopo un errore è scivolato di nuovo fuori dalla top ten

giro 18: resta davanti e con buon passo Bottas che sta girando praticamente nei tempi di Hamilton e Vettel che hanno gomma nuova

giro 17: Vettel subito il più veloce!

giro 17: mezzo pasticcio ancora per la Haas ai box, perde tanto tempo il povero Grosjean che stava facendo una gran gara

giro 16: ai box anche Hamilton! L’inglese prova l’undercut su Bottas?

giro 15: Vettel si ferma ai box! gomma gialla anche per lui

giro 13: giro veloce di Hamilton, ricordiamo che da oggi andrà un punto al più veloce di ogni gara

giro 13: il primo a fermarsi ai box è Raikkonen, gomma gialla (la media) per lui

giro 12:  1. Bottas; 2. Hamilton 3″6; 3. Vettel 7″; 4. Verstappen 9″; 5. Leclerc 17″

giro 11: va in fumo la power unit McLaren di Sergio Perez, suo il primo ritiro

giro 9: va lungo Leclerc! Il francese rientra comunque quinto ma ha perso ulteriore contatto da Verstappen

giro 8: i primi 5 sono abbastanza sgranati, da Magnussen sesto in poi sono tutti più ravvicinati, pochi duelli in pista per il momento

giro 7, ecco i distacchi: 1. Bottas; 2. Hamilton 2″; 3. Vettel 4″; 4. Verstappen 5″; 5. Leclerc 7″

giro 5: posizioni invariate in top ten, Bottas prova ad andare via, Hamilton lo segue. Le due Mercedes si stanno staccando là davanti

giro 3: giro veloce di Bottas in testa, più staccati gli altri con Verstappen minaccioso su Vettel

giro 2: le due Haas sono dietro i primi 5 con Magnussen e Grosjean. Raikkonen è rimasto 9°, scivolato in 17° posizione Giovinazzi

giro 1: Ricciardo costretto subito ai box per un contatto allo start con Perez danneggiando la sua ala anteriore.

PARTITI! Bottas brucia Hamilton in partenza, Vettel resta terza. Leclerc partito bene per evitare Vettel ha dovuto frenare ed è tornato quinto dietro Verstappen

Tutto pronto a Melbourne, partito il giro di formazione! Buon Mondiale di Formula 1 a tutti!

Occhio anche agli esordienti: Lando Norris ha fatto faville ieri con la McLaren 8° meglio di Perez fuori dalla top ten, bene anche Albon con la Toro Rosso che partirà 13°. Russell con la William penultimo ma davanti a Kubica. Il polacco fa il suo ritorno in F1 dopo una decina di anni dall’infortunio al braccio

Meno di dieci minuti alla partenza, l’adrenalina sale!

Un quarto d’ora allo start! Un italiano torna stabilmente in F1, Antonio Giovinazzi partirà 14° con la Alfa Romeo Sauber: “Cercherò di fare il mio meglio magari andare a punti”. Più avanti il suo compagno, l’ex Ferrari Kimi Raikkonen partirà 9°

Intanto sulla griglia di partenza intenso e lungo minuto di silenzio per ricordare il direttore di gara della F1 Charlie Whiting morto pochi giorni fa proprio qui in Australia. Sarebbe stato lui a dare il via al semaforo e al Mondiale

Per quanto riguarda le strategie ci dovrebbe essere una sola sosta dopo il ventesimo giro ma attenzione alle safety car che qui in Australia sono molto frequenti. Proprio grazie alle safety car la Ferrari ha vinto lo scorso anno con Vettel

Manca oramai meno di mezz’ora alla partenza della prima gara del Mondiale di Formula 1! Binotto nuovo team principal della Ferrari ai microfoni di Sky: “Ai ragazzi ho detto di fare una buona gara e di non fare cavolate alla prima curva!”

Le Ferrari ieri in qualifica hanno deluso. Vettel ha limitato i danni ma è finito terzo a 7 decimi da Hamilton. Leclerc addirittura quinto battuto anche da Vertstappen ma il francesino si è preso le colpe

Mentre le monoposto stanno effettuando proprio all’uscita dalla pit lane le prove di partenza siete ancora in tempo a dare una veloce lettura a tutti i protagonisti del mondiale che sta per partire.

Pit lane aperta e le monoposto stanno entrando in pista per andarsi a schierare sulla griglia di partenza. Qui potete leggere il report completo delle qualifiche.

Una grande pole position quella di Hamilton ieri che ha subito voluto mettere le cose in chiaro con la sua Mercedes dopo che i test avevano parlato soprattutto Ferrari

Amici sportivi di Virgilio buongiorno, nel vero senso della parola per chi ci sta leggendo praticamente all’alba per seguire insieme la diretta live del Gran Premio di Australia di Formula 1 prima prova del Mondiale 2019 iniziato almeno per ora nel segno di Lewis Hamilton che ha firmato la pole position con la sua Mercedes. Ci aspettiamo tutti un’alba rossa come negli ultimi due anni anche se Sebastian Vettel con la sua Ferrari è solo terzo alle spalle dell’altra freccia d’argento di Valtteri Bottas.

Così solo andate le qualifiche con la Red Bull di Max Verstappen che partirà in seconda fila con Vettel e davanti all’altra Ferrari di Charles Leclerc che ha un po’ deluso le prime aspettative.

Ricordiamo proprio in vista della gara che la Formula1 2019 presenta anche delle novità dal punto di vista del regolamento. La più clamorosa è quella relativa all’attribuzione di un punto in più in classifica al pilota che durante in gran premio realizzerà il giro più veloce.

MONDIALE DI F1 AL VIA, ANCORA HAMILTON VS VETTEL
Domenica 17 marzo, ore 6,10 italiane: semaforo verde per il campionato del mondo di Formula1 2019. Con il gran premio di Melbourne in Australia prende il via la nuova sfida tra i bolidi della velocità a 4 ruote. Ai nastri di partenza, superfavorito come sempre negli ultimi anni, l’inglese Lewis Hamilton che al volante della sua Mercedes punterà a bissare il titolo mondiale conquistato l’anno scorso. A contendergli la vittoria tutti si augurano che ci sia il tedesco Sebastian Vettel confermato, pur tra molte polemiche, alla guida della Ferrari. La scuderia di Maranello quest’anno ha deciso di dare il secondo volante a un quasi debuttante come il giovane monegasco Charles Leclerc, reduce da una buona stagione alla guida della Sauber-Alfa. Tra i pretendenti, se non altro a un ruolo di protagonisti, ci saranno Max Verstappen sulla RedBull, l’italo-australiano Daniel Ricciardo quest’anno traslocato alla Renault, il finlandese Valtteri Bottas seconda guida della Mercedes e occhio anche al vecchio leone Kimi Raikkonen passato al volante della Alfa. La stagione è particolarmente interessante anche il ritorno di un italiano in Formula1, si tratta del pugliese Antonio Giovinazzi compagno di squadra di Raikkonen alla Alfa.

CARATTERISTICHE DEL GP DI AUSTRALIA
Il gp di Australia si disputa nel circuito di Albert Park a Melbourne. Si tratta di un tracciato misto-stradale lungo 5,3km. I piloti devono percorrere 58 giri. Il circuito si presenta piuttosto scorrevole e con curve decisamente veloci alternate a rettilinei brevi. Lato pneumatici, la Pirelli fornisce ai piloti mescole C2, C3 e C4, rispettivamente hard, medium e soft (bianche, gialle e rosse). Il gp di Australia è di solito condizionato dal meteo e storicamente ha richiesto l’intervento della safety car per sbrogliare situazioni pericolose. Il fattore pole position a Melbourne è meno importante che altrove. Molto probabilmente la tattica di gare più redditizia potrebbe rivelarsi anche quest’anno quella con una sosta sola, ma tutto dipenderà dal livello di degrado dei pneumatici. Il record sul giro è 1:24,125 stabilito da Michael Schumacher che qui detiene anche il record di vittorie complessive: 4.

VIRGILIO SPORT | 17-03-2019 05:00

Gp Australia pagelle: flop Ferrari, la gara di Bottas da 10+ Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...