,,
Virgilio Sport SPORT

Ferrari, Leclerc punge Vettel e torna sugli ordini di scuderia

Il pilota monegasco: "Team order? Sono disposto a seguirli fino a un certo punto".

L'avvio da incubo di Mondiale da parte della Ferrari non scoraggia Charles Leclerc, che ai microfoni della Gazette de Monaco ha fatto un primissimo bilancio della sua esperienza nella scuderia di Maranello: "Sono piuttosto soddisfatto, sfortunatamente l’ultima gara (in Azerbaijan, ndr) non è andata come avrei voluto per un mio errore il sabato, ma succede. Penso che la performance sia stata abbastanza buona. Nel primo fine settimana in Australia mi sono dovuto abituare alla Ferrari: è una grande squadra, con molte persone, ho dovuto abituarmi a tutto. Ma, sì, sono abbastanza soddisfatto".

Sulla questione degli ordini di scuderia e il dualismo con Vettel si è espresso in modo chiaro: "In alcune gare, ci sono state alcune istruzioni dai box; ne ho capito alcune e, come ho detto, sono disposto a seguire queste istruzioni fino a un certo punto. Fino ad ora, erano accettabili, tocca a me fare il lavoro per cercare di essere davanti".

La Mercedes con quattro doppiette su quattro gare sembra già in fuga: "Dobbiamo lavorare un po’ sul passo gara. Le impostazioni della macchina non sono semplici ma il potenziale è proprio lì. Ho già fatto un passo avanti a Baku, in qualifica, spero che ne faremo altri presto; non siamo lontani, non stiamo parlando di due secondi, ma di due o tre decimi. In Bahrain, la Ferrari era chiaramente davanti, in Australia e Cina era davanti la Mercedes, a Baku siamo stati davvero bravi ma poi abbiamo fatto quello che tutti sappiamo e penso che non siamo poi così male come invece la classifica dice".

Il prossimo Gran Premio a Barcellona: "Mi trovo abbastanza bene su questa pista. Per quanto riguarda i test invernali, non penso che siano un buon punto di riferimento per la gara in quanto le temperature saranno molto diverse. Vedremo come andrà, ma sono sicuro che la Mercedes sarà ancora molto forte".

SPORTAL.IT | 03-05-2019 11:55

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...