Virgilio Sport

Internazionali, Djokovic spiega il ko con Tabilo e torna sull’incidente della bottiglia: “Dovrò fare dei controlli”

Il campione serbo esce dagli Internazionali di Roma dopo il ko contro Tabilo, Djokovic torna a parlare dell’incidente della bottiglia: “Mi sentivo un giocatore diverso, non so se sei legato a quello”

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Gli Internazionali di Roma perdono un altro protagonista, forse il più importante dopo il forfait di Jannik Sinner. Novak Djokovic esce a sorpresa contro il cileno Tabilo che ha dominato il match sul campo centrale chiudendo in poco più di un’ora e mezza dopo aver dominato il numero 1 al mondo.

Djokovic: “In campo mi sentivo diverso”

Due giorni fa Djokovic è stato protagonista involontario di un episodio sfortunato con una bottiglia caduta dallo zaino di un tifoso che lo ha colpito alla testa. Oggi arriva una sconfitta e sorpresa e il serbo rivela: “Non so se ci sia un collegamento tra la sconfitta di oggi e l’incidente di due giorni fa, è una cosa che devo controllare. L’allenamento di ieri è andato bene ma è sempre una cosa diversa ed era un allenamento molto leggero. Oggi non sentivo dolore ma allo stesso tempo non mi sentivo lo stesso. Quando è aumentato lo stress la sensazione è stata negativa, non in termini di dolore ma di mancanza di equilibrio e di coordinazione. Mi sentivo un giocatore completamente diverso da due giorni fa. Devo fare un controllo completo”.

Djokovic-Tabilo: rivivi le emozioni del match

La preoccupazione di Nole

In campo Djokovic non è sembrato il solito giocatore ammirato nel corso degli ultimi anni e l’incidente della bottiglia avvenuto dopo il match con Moutet torna a essere l’argomento centrale: “Non ho fatto nessun test dopo l’incidente ma in questo momento credo che dovrò farli. Nel video si vede molto chiaramente che si è trattato di una situazione sfortunata, quel ragazzo si è sporto in avanti e la bottiglia è caduta dallo zaino. Non stavo neanche guardando sopra e dopo ho sentito questo colpo molto forte alla testa. Ma ha avuto un forte impatto su di me”.

Per circa mezz’ora o un’ora – continua il numero 1 al mondo – ho avuto dei problemi di nausea e di stordimento, ho perso sangue. Sono riuscito a dormire bene ma ho avuto dei forti mal di testa. Ieri la situazione era migliorata, quindi forse è tutto ok oppure no. Oggi in campo mi sentivo davvero come un giocatore diverso quindi c’è preoccupazione”.

I complimenti a Tabilo e il Roland Garros

Djokovic non ha però accampato scuse e in conferenza le prime parole sono state per il suo avversario, Alejandro Tabilo, al miglior risultato della sua carriera: “Devo fare le congratulazioni al mio avversario, è davvero un gran giocatore. Era la prima volta che giocavo contro di lui ed è stato molto bravo in tutte le zone del campo. Io non sono riuscito a trovare un buon feeling sul campo e nel colpire la palla. Roland Garros? Ci sono tante cose su cui devo lavorare se voglio andare lì per vincere”.

Internazionali Roma: il tabellone completo

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...