Virgilio Sport

Juventus, De Ligt risponde a chi lo critica

Il difensore olandese: "Qui nulla è facile, sono fiero del mio ultimo anno".

03-09-2019 13:34

Juventus, De Ligt risponde a chi lo critica Fonte: 123RF

L’inizio non semplice di Matthijs de Ligt in serie A non è passato inosservato in Olanda. Il 20enne ex difensore dell’Ajax, escluso nella prima partita contro il Parma, non ha brillato nel 4-3 della Juventus al Napoli allo Stadium, ed è stato anzi uno dei peggiori tra i giocatori bianconeri.

Volato in Olanda per ritirare il premio di miglior calciatore dell’anno, il centrale sbarcato a Torino per 75 milioni di euro ha risposto così a chi lo critica: “Sono andato a giocare all’estero nonostante sia ancora molto giovane, sono molto fiero delle persone che mi hanno aiutato nell’ultimo anno, fiero della mia famiglia che mi sostiene sempre. Ora sono in una nuova nazione e so che nulla alla Juve è facile“.

“All’Ajax il nostro vero segreto era la squadra. Alla Juventus ognuno ha un programma personalizzato di lavoro, per ogni giocatore viene studiato ciò di cui ha bisogno e si lavora per migliorare su dei punti specifici. Lo trovo un fattore molto positivo”.

Il ct degli oranje Koeman a El Mundo Deportivo ha difeso a spada tratta il giocatore: “Cos’è tutto questo clamore? Ha avuto un momento difficile contro Lozano e le cose non hanno funzionato, ma siamo tutti troppo rapidi nei giudizi. Posso mostrarvi i ritagli dei giornali al mio debutto al Barcellona, tutti si chiesero cosa avessero comprato. Io voglio dare fiducia ai miei giocatori e le cose non cambieranno. De Ligt giocherà come centrale di destra ed è ovvio che ci vorrà tempo per adattarsi alla Serie A”.

In una recente intervista De Ligt ha parlato delle critiche sui social: “Le critiche che ti vengono poste sui social media se non giochi una partita non mi influenzano, ma le leggo. E ad essere sincero, mi sorprendono. Il mio ruolo da riserva si adatta al processo di un ragazzo che va in un club europeo di alto livello. Guardo Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci mangiare davvero gli avversari. Prima di venire qui, ho avuto una lunga conversazione Maurizio Sarri, in cui non solo ha detto che mi voleva, ma che il primo mese di partite e allenamenti sarebbe stato un grande cambiamento per me. Questo secondo lui avviene per ogni difensore che lavora con lui. Ecco perché non sono preoccupato per essere stato in panchina contro il Parma. Ho notato che le cose stanno migliorando ogni giorno, che più in forma e che sto diventando più forte”.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...