Virgilio Sport

Juve, Del Piero rompe il silenzio sul ritorno dopo la catastrofe: messaggio a Elkann

L'ex capitano bianconero si è espresso sulla situazione in casa juventina.

Ultimo aggiornamento 29-11-2022 12:25

Alessandro Del Piero è stato il capitano della Juventus. Un uomo, una maglia, una storia che con la Juventus ha instaurato un legame assoluto, senza interruzione nonostante l’uscita di scena non sia stato all’altezza della sua carriera in bianconero. Ma nell’immaginario dei tifosi, questa nuova Juventus, ha ragione d’essere anche e se ci sarà anche lui, Del Piero.

Il messaggio alla Juventus di Alex Del Piero

“Ho passato più di 20 anni alla Juventus, il mio rapporto con i tifosi e il club è molto, molto profondo. È stato una grande viaggio, qualsiasi notizia sulla Juve mi coinvolge e mi colpisce”, ha dichiarato in un’intervista a BEIN Sports.

In qualità di opinionista, in questo Mondiale in Qatar, Del Piero ha un contratto in essere che però non lo esime dall’esprimere la sua pacata opinione sui recenti sconvolgimenti, in materia di assetto societario, che hanno comportato il reset del club. Un periodo complicato, segnato da un susseguirsi di indiscrezioni, voci, rumors e da una mattinata che ha visto il crollo in Borsa del titolo Juventus.

“Ci sono delle indagini in corso. Non per Ronaldo ma per delle cose che sono successe durante il Covid. Ma sono cose che leggo sui giornali, che non so. Ora ci sono state le dimissioni del CdA, un vero choc. Agnelli si è dimesso da presidente, la proprietà resta la stessa. Retrocessione? Questo non riguarda la squadra. Riguarda le persone, i dirigenti”, ha specificato l’ex numero 10 bianconero.

Fonte: ANSA

Il ritorno di Del Piero alla Juve: in quale ruolo

Per il capitano che ha vestito la maglia anche nella stagione post Calciopoli, della retrocessione in serie B, quanto sta accadendo potrebbe indurlo a tornare in società, magari con un ruolo in organigramma che lo renda compatibile con l’amore dei tifosi e la concreta disponibilità a incidere in un momento di evidente difficoltà, anche in termini di bilancio che ha imposto una figura tecnica, come quella di Gianluca Ferrero.

“Tornare? È presto per dirlo. Io sono stato 20 anni alla Juve, sono stato anche in Serie B. Il mio legame con la squadra e con i tifosi è molto, molto profondo. È stato un grande viaggio. Ogni notizia che riguarda la Juve mi emoziona e mi coinvolge. Ora sono in stand-by, vediamo cosa succede. Sono amico di tutti lì, mi aveva fatto molto piacere quando sono venuti a Los Angeles”.

La tristezza di Del Piero per Andrea Agnelli

“È una cosa triste perché sono tutti miei amici, da Andrea Agnelli a Pavel Nedved, tutte persone con cui ho condiviso momenti molto belli. Li ho visti anche di recente”.

Nell’aprile scorso, per la prima volta, lo storico ex capitano era tornato allo Stadium a raccogliere l’ovazione della tifoseria bianconera che non l’ha mai dimenticato e che lo invocava anche in tempi non sospetti, in estate poi è stata la Juve a  restituire a Del Piero la visita quando è stata in tournée negli Stati Uniti:

“È incredibile che una squadra storica come la Juventus viva questi momenti di alti e bassi che sono iniziati nel 2006 con la Serie B, ma poi ci sono stati 9 scudetti di fila. Sono dispiaciuto per la situazione”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...