Virgilio Sport

Lazio-Atalanta 3-2: Sarri si lamenta anche del caldo, Gasperini aspetta i nuovi

La Lazio porta a casa tre punti pesanti e difficili contro l’Atalanta. Sarri a Dazn fa riferimento alle condizioni meteo: “Oggi il primo obiettivo era la sopravvivenza”. Gasp invece aspetta di allungare le rotazioni

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Stanchezza per gli impegni di Champions ed Europa League ma anche le condizioni climatiche di Roma non hanno aiutato. Lazio-Atalanta è stata una vera e propria battaglia in cui i protagonisti non sono solo i giocatori ma anche una settimana pesante per entrambe le squadra che hanno giocato in trasferta nel corso della settimana. La spuntano i biancocelesti di Maurizio Sarri che provano a risalire la china dopo un avvio di serie A molto complicato.

Sarri: “Oggi in campo c’erano 50 gradi”

Maurizio Sarri non esulta più di tanto per la vittoria sofferta ma importante contro la Lazio. Il tecnico biancoceleste sembra esausto dopo il match con l’Atalanta, fa riferimento alle difficili condizioni climatiche in cui si è giocato il match e poi fa i complimenti alla squadra.

In questa stagione Vecino sta risolvendo dei problemi, viene da una partita di livello in Champions. Oggi ha fatto benissimo. Abbiamo fatto i primi 25 minuti di altissimo livello, dispiace perché alla mezz’ora il risultato poteva essere più rotondo ma oggi l’obiettivo primario era la sopravvivenza perché c’erano 50 gradi.

Luis Alberto è un trascinatore ma veniva da una serie infinita di partite e per questo è uscito, anche Zaccagni ha avuto un problema alla caviglia, speriamo niente di grave. Castellanos? Ha fatto una buona partita, sta crescendo e ha ancora margini. E’ un ragazzo di grande applicazione e temperamento.

Rivivi le emozioni di Lazio-Atalanta

Il rammarico di Gasperini: “Troppi errori anche nel finale”

C’è rammarico nelle parole di Gasperini. Il tecnico dell’Atalanta è dispiaciuto per la sconfitta sul campo della Lazio ma esalta comunque la prova dei suoi capaci di rimettere in sesto una gara che sembrava chiuso dopo 15 minuti. Ma fa anche riferimento alle fatiche dopo l’Europa League.

Abbiamo subito un gol dopo soli 4 minuti, anzi ce lo siamo fatti da solo. Abbiamo compromesso la partita nei primi 10-15 minuti, poi siamo cresciuti. Nel finale eravamo stanchi. Credo che aver rimontato due gol alla Lazio e aver rimesso in piedi la partita sia testimonianza di una buona gara. Forse non eravamo tutti pronti.

E’ una partita che abbiamo compromesso su degli episodi compreso nel finale ci dispiace questo. Sappiamo che dobbiamo pagare un po’ di scotto perché alcuni ragazzi appena arrivati per giocare a questi livelli hanno bisogno di tempo. Continuiamo a reggere su un nucleo di giocatori che sono qui da anni. Quando riusciremo a inserire qualcuno in più allora avremo una risorsa.

Vecino: ancora l’uomo dei gol pesanti

L’uomo dei gol pesanti è Matias Vecino. Qualche giorno fa il giocatore uruguaiano aveva segnato nella sfida di Champions League contro il Celtic, ora arriva un gol che vale tre punti pesanti contro l’Atalanta.

Vittoria difficile e molto importante, abbiamo iniziato bene purtroppo non siamo riusciti a portarla a casa prima. Ma questi tre punti erano fondamentali per tornare in corso per un posto in Champions League. Stiamo tornando, abbiamo una squadra lunga con tanti giocatori importanti.

La classifica aggiornata della serie A

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...