Virgilio Sport

Lecce-Empoli 1-0 pagelle: Sansone fa cadere il muro, Caprile fa guai e si riscatta

Top e flop di Lecce-Empoli: Sansone, Falcone, Piccoli, Gendrey, Baschirotto sugli scudi per i locali. Per i toscani non bastano Cerri e Cancellieri

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Il Lecce si ritrova al Via del mare all’ultimo minuto. Piccoli , che si riscatta dopo la traversa colpita a fine primo tempo, ruba una palla a Walukiewicz -che inciampa e cade da solo- e serve un assist per Sansone che tutto solo la mette in rete per l’ 1-0 finale contro l’Empoli, ma che fatica. Quando lo 0-0 tra Lecce ed Empoli sembrava scritto sulla pietra, è cambiato tutto proprio nel finale e i giallorossi hanno ritrovato la vittoria in casa (che mancava dal 3-2 contro la Fiorentina in data 2 febbraio). Fino a quel momento le prodezze di Caprile, che in avvio aveva combinato un pasticcio portando all’annullamento del gol-lampo di Cerri, avevano tenuto in vita l’Empoli, costretto ad arrendersi però proprio al 90′. Ma chi di vittoria all’ultimo ferisce, di sconfitta all’ultimo perisce: dopo la vittoria allo scadere per 3-2 dei toscani, nel precedente turno di campionato contro il Torino, questa volta è toccato agli uomini di Nicola perdere in zona Cesarini. Un solo gol, dunque, e un motivo c’è se di fronte c’erano due delle tre squadre che hanno segnato di meno in questo campionato (Empoli 25, al pari della Salernitana, il Lecce ora va a 27), ma pesantissimo al termine di una gara tesa e nervosa che avrebbe potuto viaggiare su un altro binario dopo 4′. Cerri infatti segna il gol per l’Empoli ma dopo un lunghissimo check e la revisione al Var l’arbitro scova un mani appena appena fuori area di Caprile che aveva dato il la all’azione. Il forcing leccese, soprattutto nella ripresa, sembra non avere sbocchi ma al 90′, complice anche l’ingenuità di Walukiewicz che invano chiede fallo quando si fa sottrarre la palla in area da Pierotti, arriva la rete di Sansone che lancia il Lecce a 32 punti e lascia l’Empoli a 28, in piena zona bollente.

Lecce-Empoli, la chiave tattica della partita

Cambiano sistema di gioco i padroni di casa che ritrovano il 4-2-3-1 con Piccoli in avanti, al posto di Krstovic squalificato, supportato da Almqvist, Oudin e Dorgu. L’Empoli di Davide Nicola conferma, invece, il 3-4-2-1 con Cancellieri al posto di Cambiaghi sulla trequarti e Cerri in avanti. L’Empoli in fase difensiva si abbassa e forma una linea a cinque, lasciando solo Cerri in avanti, e resta compatto tra difesa e centrocampo per chiudere le linee di passaggio. Il Lecce fatica a costruire e a tenere vivo il possesso in avanti in quanto i toscani raddoppiano su tutti gli attaccanti giallorossi. Entrambe le squadre riescono ad avere tanto equilibrio in mezzo al campo e attenzione in fase difensiva riducendo all’osso gli spazi per le iniziative personali. Nel primo tempo i giallorossi crossano troppo poco verso il centro e non affondano il colpo decisivo con giocate personali che provino a scalfire la difesa avversaria.

Nel secondo tempo cala totalmente l’attacco dell’Empoli che non produce più nulla: Nicola sostituisce tutti e tre i suoi uomini offensivi per Maleh, Niang e Cambiaghi. Il Lecce cresce nettamente nella seconda parte di gara ma resta impreciso sotto rete finché non sfrutta avversario un errore nel finale.

Clicca qui per rivivere tutti i momenti salienti di Lecce-Empoli

I top e flop del Lecce

  • Sansone 7. Il gol all’ultimo minuto vale i tre punti. Subentra ad Almqvist (ammonito, era diffidato) e cambia la gara.
  • Falcone 7. Al 36′ respinge su Pongracic e Cerri che da calcio d’angolo hanno entrambi tentato il colpo di testa per far gol.
  • Piccoli 7. Al 44′ di testa da calcio d’angolo colpisce la traversa anticipando Caprile in uscita. Cala nel secondo tempo. Il recupero palla su Walukiewicz nel finale e l’assist a Sansone fanno però valere i tre punti alla sua squadra.
  • Baschirotto 6.5 In avvio di gara si perde la marcatura su Cerri che gli sbuca alle spalle e arriva al gol, è fortunato perché poco dopo viene tutto annullato. Nel secondo tempo va due volte vicino al gol su colpo di testa da calcio d’angolo ma respinto da Caprile.
  • Gendrey 6. Festeggia nel pre gara con una maglia celebrativa per le 100 presenze in giallorosso, traguardo raggiunto nella gara con la Roma, e si conferma tra i migliori della difesa giallorossa con velocità di passo e abilità di uscita palla al piede.
  • Dorgu 5.5. Non sfrutta la sua velocità lungo la fascia, viene fermato da Gyasi e Bereszynski che raddoppiano su di lui.

I top e flop dell’Empoli

  • Cancellieri 5.5. Aveva trovato un assist per Cerri da una sua azione personale lungo la fascia, fino ad arrivare verso la porta a filo della linea del fondo, ma viene annullato tutto dal VAR. Da lì in poi sparisce per il resto della gara e viene sostituito al 60′.
  • Cerri 6. Sbuca alle spalle di Baschirotto e trova la rete ma poco dopo è tutto fermo e il gol viene annullato. Cala nel secondo tempo e viene sostituito al 60′.
  • Caprile 6.5. E’ l’uomo partita sia per aver combinato una frittata in avvio di gara portandosi il pallone di poco fuori area con le mani, da cui deriva l’annullamento del gol su azione dell’Empoli, sia per essersi riscattato su Gendrey e Dorgu con due interventi decisivi. Al 57′ salva ancora su un colpo di testa di Baschirotto.
  • Zurkowski 5. Negli uno contro uno è praticamente un disastro, mai realmente pericoloso. Fuori al 60′.
  • Walukiewicz 4.5. Il suo errore al 90′ pesa troppo e inguaia l’Empoli: si fa rubare palla da Piccoli e il Lecce trova il gol decisivo a causa sua.

Lecce-Empoli: il tabellino del match

Lecce: Falcone, Pongračić, Baschirotto, Almqvist (17’ st Sansone), Oudin (43’ st Pierotti), Dorgu (28’ st Gonzalez), Gendrey (43’ st Venuti), Ramadani, Gallo, Blin Piccoli. A disp: Brancolini, Samooja, Rafia, Berisha, Banda, Burnete, Touba. All. Gotti

Empoli: Caprile, Pezzella (39’ st Cacace), Walukiewicz, Gyasi, Cerri (15’ st Niang), Marin, Bereszynski, Cancellieri (15’ st Cambiaghi), Zurkowski (15’ st Maleh), Bastoni (25’ st Kovalenko), Luperto. A disp: Perisan, Seghetti, Goglichidze, Grassi, Shpendi, Caputo, Fazzini, Destro. All. Nicola

Arbitro: Mariani di Aprilia

Reti: 44’ st Sansone

Note: ammoniti 48’ pt Almqvist, 45’ st Gyasi. Recupero: 3’ pt – 4’ st. Spettatori: 25.957 di cui 21.247 abbonati

Clicca qui per rivedere tutti i risultati stagionali del Lecce

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...