Virgilio Sport

Lecce-Juventus, Bremer spinge Almqvist: niente rigore e il VAR non interviene. Bufera su Doveri e su Miretti

Durante Lecce-Juventus i tifosi bianconeri si sono scatenati sui social contro Fabio Miretti, chiamato a sostituire da titolare Rabiot. Ma sotto accusa finisce anche Doveri e il rigore non concesso al Lecce

Pubblicato:

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Lecce-Juventus in quel del Via del Mare – dove si giocava il match della domenica sera della seconda giornata di ritorno del campionato – è partita in sordina per poi regalare spettacolo con la doppietta di Vlahovic, e successivamente Bremer a coronare un 3-0 che ha sfatato il rischio di una vittoria per corto muso paventatasi a all’inizio. E mentre la squadra di Allegri (alla sua 300esima vittoria in Serie A) celebra il momentaneo sorpasso in vetta ai danni dell’Inter, va detto che non sono comunque mancate polemiche e discussioni. A scatenare commenti e dibattiti sono state le prestazioni di alcuni singoli se escludiamo i mattatori della vittoria (in particolare un giocatore bianconero chiamato a tappare una falla nella formazione) e l’arbitraggio di Doveri.

Lecce-Juventus, i tifosi bianconeri contro Miretti

Partiamo dalle polemiche su un uomo a disposizione di Massimo Allegri. Già dopo il primo tempo i tifosi non hanno dubbi: Fabio Miretti è stato praticamente il peggiore in campo nella compagine bianconera. Nella formazione di partenza del 3-5-2 sfoderato al Via del Mare di Lecce Allegri ha puntato sull’Under 21 per sostituire Adrien Rabiot, alle prese con un affaticamento muscolare. Un bel rischio considerando l’altra volta in cui Miretti partì titolare, e ci riferiamo al match dello scorso dicembre in casa del Genoa in cui il centrocampista non spiccò più di tanto, tutt’altro.

E purtroppo per lui, per Allegri e per i tifosi il copione si è ripetuto in particolare nel primo tempo (durerà poi sino al 57′, quando verrà richiamato in panchina per Weah): galeotti furono in particolare i passaggi sbagliati nel momento decisivo, come quello che nel recupero è costato un potenziale assist che poteva essere fondamentale per Vlahovic. Insomma, il ragazzo fatica ad essere incisivo, e sui social i tifosi non mostrano compassione. Un utente scrive beffardo: “Se Allegri vince lo scudetto con Fabio Miretti bisogna fargli una statua al centro di Torino, intitolargli lo stadio, e pagargli un bonus di almeno il doppio dello stipendio. Giocatore davvero mediocre”.

Un altro sintetizza così il primo tempo: “Gara rognosa al Via del Mare. […] Yildiz può accendere la luce, Miretti deve ridurre la percentuale di errori “. E ancora, un tifoso consiglia le mosse per la formazione: “Miretti purtroppo non gioca sereno, togliere per Iling e spostare Cambiaso al centro”. I social sono pressoché unanimi: “Su Miretti s’impone una seria riflessione, insufficiente”, “Miretti è un fenomeno se gioca 5 contro 5 in un campo da 11”, “Miretti per il bene di tutti dovrebbe seriamente uscire”.

Sotto accusa l’arbitraggio di Doveri: un rigore non concesso al Lecce scatena i social

Un altro motivo di discussione di Lecce-Juve ha riguardato quanto avvenuto nei primi minuti della ripresa. Un contrasto all’altezza dell’area tra Bremer ed Almqvist ha suscitato le proteste dei padroni di casa, che hanno reclamato un rigore a loro favore. Ma l’arbitro Doveri (tra l’altro, da tempo oggetto delle critiche del popolo bianconero, sin da quella finale di Supercoppa contro l’Inter in cui il direttore di gara non sanzionò una manata di Bastoni all’indirizzo di McKennie) ha preferito soprassedere.

E secondo l’ex fischietto Luca Marelli, presenza fissa di DAZN, la spinta del difensore centrale brasiliano sullo svedese del Lecce non era da considerarsi passibile di penality: “C’è una spinta leggera da parte di Bremer – ha spiegato l’ex arbitro -, ma è una spinta di lieve entità. Giustamente non c’è stato calcio di rigore, il VAR non è necessario perché si tratta di valutare l’intensità del contatto”.

Le polemiche sul VAR

Insomma, caso chiuso. Eccezion fatta per qualche portatore di polemiche sul web. E già nel primo tempo ci sono state infatti delle discussioni, in questo caso via social, sul contrasto tra Vlahovic e Pongracic. Anche in questo caso Marelli ha parlato di “un contrasto di gioco ruvido ma senza rigore“, non assegnato infatti da Doveri. Ma tornando al caso di Almqvist, un utente su X sbotta: “Rigore clamoroso su Almqvist non assegnato al Lecce da Doveri. Non visto al Var da Valeri. E col naturale beneplacito di Marelli dai microfoni di DAZN”. Un altro fa eco: “Rigore scandaloso non dato al Lecce”.

Ma c’è però chi confuta le critiche: “A volte c’è un particolare: la dinamica dell’azione. Almqvist prende il tempo a Bremer. Lo brucia. Bremer non prende palla. Almqvist cade giù dopo un contrasto prima di poter calciare. Episodio al limite. Ok l’intensità, ma devi anche vedere la dinamica dell’azione“. Ma poi c’è chi attacca il VAR: “Sempre più scandaloso il calcio in Italia ….come si fa a negare il rigore al Lecce? Il Var perché non è intervenuto? Con il Var non sono ammessi errori ,quindi si tratta di malafede…”, scrive velenoso un utente.

Lecce-Juventus 3-0, le pagelle

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...