Virgilio Sport

Maradona, toccante messaggio delle figlie che ora accusano: ucciso volutamente

L'amore per il padre e la difficoltà di accettarne la morte. Dalma e Giannina Maradona passano all'attacco parlando di premeditazione dei medici

Pubblicato:

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Era il 25 novembre 2020 quando il mondo del calcio ricevette la notizia che mai avrebbe voluto ricevere. Diego Armando Maradona non c’è più. Oggi, a distanza di 1000 giorni, quella morte così improvvisa e così inaspettata fa ancora discutere. Chi non l’ha mai accettata sono le figlie del Pibe de Oro che sono nuovamente passate all’attacco parlando di “premeditazione” come fosse esistito un piano per eliminare il fuoriclasse argentino. Dalma e Giannina hanno anche aggiunto: “Quella banda di mafiosi sta per cadere“.

Il messaggio toccante della figlia Giannina

Prima di addentrarci nello sfogo delle due ragazze ricordiamo la causa del decesso di Diego Armando Maradona. Il Pibe de Oro morì all’età di 60 anni per “edema polmonare acuto secondario ad insufficienza cardiaca cronica esacerbata” nella sua casa nel quartiere di San Andrés, nella città di Tigre.

Si dice che il tempo curi ogni ferita, ma non è stato così per Giannina che ha fatto un tweet in ricordo del padre: “Il tempo non cura un c…o, il tempo accoglie alcuni sentimenti ma il dolore non è trasferibile. Si supera come si può, lottando su mille fronti aperti e una costante richiesta di giustizia“.

La stessa Giannina ha poi aggiunto: “Dalma ed io non ci fermeremo, non ci spezzeremo. Ogni giorno che passa è un giorno in meno per incontrarci di nuovo, ovunque tu sia, spero che tu sia sereno, con il tuo bel sorriso disegnato e non esiste la televisione. Non puoi mettere insieme ciò che non è mai esistito.1000 giorni senza poterti abbracciare ma ti porto ancora con me, sei nelle risate dei tuoi nipoti, negli abbracci con mia sorella, nelle carezze di mamma , in ogni ricordo della bella famiglia di tifosi che ci hai lasciato! Ti amiamo Babu!“.

L’accusa: i medici avevano premeditato tutto

Insomma, l’ex moglie del Kun Aguero non si arrende e porterà avanti la battaglia per fare chiarezza sulla morte del padre. “Giuro che questa banda di gangster cadranno e quando cadranno potremo vivere in pace. Fino al nostro prossimo incontro continuo a scrivervi da qui” è la promessa di Giannina.

La sua non è solo una sensazione ma “una realtà supportata da molteplici rapporti che mettono in luce la negligenza e i maltrattamenti di mio padre“. Con i medici che fin dal principio avrebbero avuto l’intenzione di allontanare l’uomo dai propri familiari per realizzare poi il loro malvagio piano. Infine, il dolce messaggio rivolto dalla figlia al papà: “Continua a mandarmi quei segnali che abbracciano la mia anima, mi fanno sentire te e mi spingono a continuare. Grazie per essere mio papà, mi manchi ogni giorno un po’ di più!“. Anche Dalma si è associata: “I peggiori 1000 giorni del mondo“.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...