,,
Virgilio Sport SPORT

Marelli fa chiarezza su rigore negato alla Fiorentina col Napoli

L'ex arbitro giudica la prova di Pasqua al San Paolo

Se è vero che in questa stagione il Napoli spesso è stato maltrattato dagli arbitri (specialmente se non soprattutto durante la gestione Ancelotti) è altrettanto certo che l’alibi degli errori dei fischietti non regge più da un bel po’. Anzi, l’ultima versione degli azzurri neanche riesce a creare situazioni dubbie in area tanto che la pazienza dei tifosi sembra al limite.

LA GARA – In Napoli-Fiorentina di ieri l’arbitro Pasqua è sembrato ineccepibile anche se i viola hanno avuto da ridire in due casi, per un presunto rigore non concesso e per un mancato secondo giallo a Demme.

IL GIUDIZIO – Per Luca Marelli invece si può parlare di prestazione magnifica per Pasqua, connotata da serenità (ottimo il dialogo coi calciatori), decisione nei pochi momenti critici (splendida l’ammonizione a Iachini che si lamentava per chissà cosa), precisione tecnica e determinazione nel decidere sulla “on field review” consigliata dal VAR Fabbri.

IL NEO – Unico neo: nel primo tempo molto spesso si è venuto a trovare in posizioni sbagliate, intralciando in più di un’occasione il gioco. Difetto a cui ha posto rimedio nella seconda frazione. Il bilancio è di solamente 17 falli fischiati, tre ammonizioni ineccepibili sul terreno di gioco, sempre in controllo delle operazioni.un tocco di mano di Allan sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 16. Marelli spiega: “Per quanto la visuale fosse aperta, Pasqua non ha dato il minimo segnale di essersi accorto di quanto accaduto. Il VAR Fabbri, dopo un lungo check ed una conversazione con l’arbitro protrattasi per un paio di minuti, ha consigliato la “on field review“: è un episodio molto al limite ma personalmente condivido la scelta di Pasqua.

IL MANI – L’ex fischietto comasco osserva: “Allan salta verso il pallone ma lo sfiora solamente. In ricaduta colpisce con la mano destra ma la minima distanza da Luperto (il difensore che ha respinto tentando di liberare l’area) configura il concetto di “pallone inatteso“, cioè una dinamica che non può considerarsi come aumento del volume corporeo e nemmeno come movimento innaturale.
Il pallone, infatti, giunge nei pressi di Allan in modo del tutto casuale, senza concedere al calciatore alcuna possibilità di evitare il contatto.
Non condanno, in ogni caso, la scelta del VAR Fabbri”.

LE REAZIONI – Non tutti sono d’accordo e sui social fioccano le reazioni: “A me pare manchi un rosso a Demme e resto dubbioso sul mani in area di Allan, non è una rigiocata,  è largo, qui si è usata la discrezionalità che fino a prova contraria sui mani è stata bandita, almeno da normativa e casistiche simili”.

SPORTEVAI | 19-01-2020 10:38

Marelli fa chiarezza su rigore negato alla Fiorentina col Napoli Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...