,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, cosa succede? Stefano Pioli spiega il nuovo flop in casa

I rossoneri frenano ancora: l'Inter giovedì può portarsi a +6.

“Sono mancati qualità e ritmo, non rabbia e determinazione”. Il tecnico del Milan Stefano Pioli ai microfoni di DAZN prova a spiegare l’ennesimo passo falso dei rossoneri, bloccati in casa dall’Udinese e salvati al 97′ da un rigore di Kessie. L’Inter può portarsi a +6 in classifica se vincerà giovedì contro il Parma.

“Ho visto determinazione ma mancanza di lucidità. Kessie dice che sono due punti buttati? Giusto, volevamo vincere. Peccato. Sapevamo che avremmo trovato difficoltà contro una squadra che si chiude tutta dietro”.

“Ogni partita fa storia a sé. Domenica abbiamo trovato un avversario che voleva giocare, l’Udinese invece fa questo tipo di partita. Dovevamo trovare più duelli, l’unico che siamo riusciti a vincere nel primo tempo è l’azione da gol di Castillejo”.

Si è sentita la mancanza di punte pure come Ibrahimovic e Mandzukic: “Oggi avevamo in campo caratteristiche non adatte per questa partita, avere in area Zlatan piuttosto che Mandzukic o Calhanoglu in grado di inserirsi sarebbe stato diverso. Abbiamo fatto più fatica“.

Leao ha caratteristiche più adatte ad attaccare gli spazi. Quando trova difese così chiuse non ha ancora la scaltrezza per anticipare il difensore. Oggi ci mancavano le caratteristiche giuste per affrontare questo tipo di partita, ci mancavano i due attaccanti veri in rosa. Leao e Rebic hanno altre caratteristiche”.

L’infortunio di Tonali: “E’ uscito precauzionalmente perché ha sentito un flessore un po’ diverso rispetto all’altro”.

L’errore di Donnarumma: “Non abbiamo ancora parlato. Ci ha salvato tante volte. Ora dobbiamo provare a riprendere la nostra corsa. Un mezzo risultato positivo, pensiamo alla prossima gara”.

OMNISPORT | 03-03-2021 23:41

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...