Virgilio Sport

Milan, Stefano Pioli vuole sognare in Champions ma avvisa la squadra

Il Milan, grazie all'1-0 dell'andata e allo 0-0 del ritorno, elimina il Tottenham di Conte e vola ai quarti di Champions: Pioli sogna ma è categorico sul campionato.

08-03-2023 23:50

Il Milan torna ai quarti di Champions League dopo 11 anni dall’ultima volta: i rossoneri, dopo l’1-0 dell’andata, hanno pareggiato 0-0 nel ritorno contro il Tottenham di Antonio Conte. Grande prova di forza dei ragazzi di Pioli, che confermano gli enormi progressi in difesa nell’ultimo mese. Al termine della partita, Stefano Pioli è intervenuto ai microfoni di Sky.

Milan, le parole di Pioli

Stefano Pioli può finalmente tirare un sospiro di sollievo: “Ce l’abbiamo fatta, siamo stati bravi. Ho chiesto personalità, potevamo palleggiare di più ed evitare di scavalcare, ma non abbiamo mai mollato. Abbiamo meritato per come abbiamo giocato le due partite. Il Milan deve fare un passo alla volta, prima era importante passare il girone, ora gli ottavi e ora aspetteremo il sorteggio”.

Milan, Pioli vuole sognare

Il Milan adesso deve pensare al match contro la Salernitana da non sbagliare, ma Pioli si vuole godere anche questa fantastica serata di Champions League: “Ci buttiamo nuovamente sul campionato, ma siamo contenti perchéci tenevamo molto. Sognare è bello e aiuta a lavorare meglio, ora testa al campionato” le parole del tecnico rossonero.

Pioli adesso si aspetta un grande finale di stagione del suo Milan: “Avevamo voglia di giocare con continuità, dobbiamo essere sempre così anche se il campionato italiano è difficile. Dobbiamo giocare con questa energia e voglia di ottenere risultato. Giocare in Champions è gratificante, ora dobbiamo recuperare in campionato per stare nelle prime quattro. Da qui dobbiamo portarci l’entusiasmo per ricominciare. Di impossibile nello sport non c’è nulla, ora dobbiamo approfittare delle esperienze positive per giocarci i quarti con convinzione e fiducia”.

Pioli e il cambio modulo

Sul cambio modulo del Milan, Pioli ha detto la sua: “Ho preso questa decisione dopo la sconfitta col Sassuolo perché del vecchio sistema funzionava ben poco. Probabilmente non è solo una posizione diversa in campo a cambiare, ora la squadra lavora di più e con più partecipazione, abbiamo dei difensori centrali per giocare così e le caratteristiche c’erano per cambiare. Non abbiamo cambiato i concetti, vogliamo essere aggressivi e forse ora abbiamo la solidità che cercavamo“, ha concluso dopo Tottenham-Milan.

Milan, Stefano Pioli vuole sognare in Champions ma avvisa la squadra Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...