Virgilio Sport

Morto Mattia Giani, il giocatore ha avuto un arresto cardiaco in campo: aveva solo 26 anni, il dolore per l'ex Empoli

Il giovane calciatore è deceduto nella mattina di lunedì 15 aprile, a seguito di un malore avvenuto in campo durante la partita di Eccellenza, Lanciotto Campi-Castelfiorentino. Figc: minuto di silenzio

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

La speranza era appesa a quel filo sottile che spesso costituisce un atto di resilienza umana a una fatalità incomprensibile e crudele. Purtroppo, nella tarda mattinata di lunedì 15 aprile, è giunta la conferma della scomparsa di Mattia Giani, 26 anni, il calciatore del Castelfiorentino United che aveva avuto un malore ieri domenica 14 aprile al 14′ del primo tempo durante Lanciotto Campi-Castelfiorentino, gara di Eccellenza Toscana.

Per onorarne la memoria, la Figc ha deciso di osservare un minuto di raccoglimento prima delle gare in programma oggi e per l’intero fine settimana, inclusi anticipi e posticipi.

Il malore in campo di Giani

La gravità dell’accaduto – nel corso del match – è stato immediatamente compreso dai presenti allo stadio di Campi Bisenzio, struttura che ospitava il Castelfiorentino che giocava in trasferta. Durante la partita, Mattia è crollato a terra destando l’attenzione dei compagni e degli addetti ai soccorsi che sono intervenuti predisponendo il trasferimento all’ospedale Careggi di Firenze. Giani era in arresto cardiaco.

La sua lotta per la vita è proseguita presso il nosocomio fiorentino, senza però che giungesse la notizia attesa da familiari, amici e i tifosi che avevano seguito il Castelfiorentino United. Giani è mancato stamani stando a quanto diffuso dai media locali e in primis dal post pubblicato dal sindaco, nonostante i soccorsi tempestivi e il supporto da parte dell’equipe medica che lo ha accolto a Firenze.

Una tragedia che tocca il calcio toscano e tutto, avvenuto nelle stesse ore del malore, di minore entità da quanto appurato che ha colpito il difensore della Roma, Ndicka, il quale verrà sottoposto a nuovi esami prima di poter procedere alle dimissioni.

Chi era Mattia Giani

Mattia Giani aveva militato in diverse squadre, tra cui anche il Grosseto e il Savona; arrivava dall’Empoli dove aveva seguito la classica trafila delle giovanili come ala e che lo aveva formato dal punto di vista calcistico.

La società, attorno alle 12:47, ha pubblicato un post per ricordare il passato di Giani che era rimasto legato ai colori del club toscano:

Oggi si stringono tutti alla famiglia, chiamata ad affrontare la prova più dolorosa e ingiusta, quella a cui si è comunque impreparati con la perdita di questo ragazzo di appena 26 anni e che era sceso in campo per giocare. Per disputare una partita di calcio.

Domenica 14 aprile doveva essere una partita come le altre: Lanciotto Campi-Castelfiorentino United allo stadio comunale di Campi Bisenzio. Poco dopo l’avvio, al 14’ Mattia, dopo un tiro verso la porta, si mette una mano al petto e crolla. Immediati i soccorsi dati dagli staff delle due squadre e dai compagni. Giani era originario della provincia di Pisa. Abitava a Ponte a Egola.

Mattia è il fratello di Elia Giani, che attualmente gioca nel Legnago Salus e che ha immediatamente espresso le proprie condoglianze al proprio giocatore e alla famiglia con un comunicato:

La gravità delle condizioni di salute di Giani si erano palesate quasi subito, tant’è che nel pomeriggio di ieri, domenica 14 aprile, la società attraverso i propri canali social ufficiali aveva esternato ansia e preoccupazione per le condizioni di Mattia:

Il dolore del sindaco e della comunità

Il lutto colpisce in maniera particolare Castelfiorentino, per i cui colori il giovane militava e a cui si era legato. La partecipazione del primo cittadino e della comunità è stata tangibile, fin dai primi minuti successivi alla diffusione della notizia del malore di Mattia.

Nella mattinata di lunedì, il post del sindaco Alessio Falorni, che ha confermato la scomparsa del giovanissimo calciatore, dopo il primo appello di speranza e che ha provocato l’onda emotiva che leggiamo su facebook:

“Mi giunge, purtroppo, una terribile notizia. Mattia non ce l’ha fatta. In questi momenti mancano decisamente le parole. Una tragedia terribile. Un dolore straziante. Possiamo solo stringerci tutti assieme in un abbraccio fortissimo alla famiglia, e alla sua società di appartenenza. Riposa in pace. “, si legge.

Tanti i commenti che sono seguiti, nelle ultime ore, a questo annuncio che purtroppo conferma la morte di Mattia. Amici, conoscenti e anche le associazioni sportive della zona e grandi club – dopo l’Empoli anche la Roma, l’Udinese, la Fiorentina, la Lazio e il Pescara per citarne solo alcune – che hanno voluto testimoniare la propria solidarietà ai suoi cari, per questa immane tragedia.
La Figc ha deciso di onorare Giani con un minuto di silenzio su tutti i campi: “Esprimo il mio più profondo cordoglio e quello della Federazione Italiana Giuoco Calcio ai familiari di Mattia – afferma il presidente, Gabriele Gravina -. L’intero movimento calcistico italiano si stringe attorno a coloro che gli volevano bene, al club Castelfiorentino e agli amici del Comitato Regionale Toscana della Lega Nazionale Dilettanti. Siamo di fronte a una tragedia che ha scosso tutti – sottolinea il presidente federale – avvenuta peraltro nel giorno dell’anniversario della morte del compianto Piermario Morosini e nella stessa giornata in cui ha accusato un malore anche il calciatore della Roma Evan Ndicka“.

Il ricordo di Gianluca Mancini

Tanti i ricordi, le foto e i messaggi condivisi di calciatori e colleghi che hanno condiviso un pezzo di vita con Mattia; tra quanti hanno avvertito il bisogno di lasciare un segno, una testimonianza d’affetto, per Giani e i suoi cari, anche Gianluca Mancini che ha pubblicato due foto e una frase condivisa con sua moglie Elisa, toscana anche lei.
“Oggi ogni pensiero va a te, caro Mattia. A te, il dolce fratellino del nostro amato zio Elia. Caro zio Eli, siamo distrutti e non ci sono parole ma ci stringeremo e nella difficoltà ti aiuteremo a rialzarti, noi e le tue nipotine. Riposa in pace, che la terra ti sia lieve”, il contenuto della sua ultima storia.

Morto Mattia Giani, il giocatore ha avuto un arresto cardiaco in campo: aveva solo 26 anni, il dolore per l'ex Empoli Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...