,,
Virgilio Sport

MotoGP, Gran Premio del Portogallo: resoconto della gara

Il racconto della gara
Ordine di arrivo
  1. 1. Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech 3), 41:48.163
  2. 2. Jack Miller (Pramac Racing), +03.193
  3. 3. Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT), +03.298
  4. 4. Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing), +12.626
  5. 5. Takaaki Nakagami (LCR Honda CASTROL), +13.318
  6. 6. Andrea Dovizioso (Ducati Team), +15.578
  7. 7. Stefan Bradl (Repsol Honda Team), +15.738
  8. 8. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini), +16.034
  9. 9. Alex Marquez (Repsol Honda Team), +18.325
  10. 10. Johann Zarco (Reale Avintia Racing), +18.596
  11. 11. Maverick Vinales (Monster Energy Yamaha MotoGP), +18.685
  12. 12. Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP), +18.946
  13. 13. Cal Crutchlow (LCR Honda CASTROL), +19.159
  14. 14. Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT), +24.376
  15. 15. Alex Rins (Team Suzuki Ecstar), +27.776
  16. 16. Danilo Petrucci (Ducati Team), +34.266
  17. 17. Mika Kallio (Red Bull KTM Tech 3), +48.410
  18. 18. Tito Rabat (Reale Avintia Racing), +48.411
  19. 19. Lorenzo Savadori (Aprilia Racing Team Gresini), 3 giri - RITIRATO
  20. 20. Joan Mir (Team Suzuki Ecstar), 10 giri - RITIRATO
  21. 21. Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing), 23 giri - RITIRATO
  22. 22. Francesco Bagnaia (Pramac Racing), 25 giri - RITIRATO
PRE GARA

Obiettivo: secondo posto mondiale. Franco Morbidelli, probabilmente il pilota più in forma in questo finale di MotoGP 2020, punta al bersaglio grosso. Il pilota italo-brasiliano conquista la seconda posizione nelle prove del GP di Portogallo (ultima prova del Motomondiale 2020) e si candida a principale candidato al secondo posto del Motomondiale 2020, alle spalle dello spagnolo Mir. Alex Rins, terzo in classifica a quattro lunghezze, parte infatti dalla decima posizione, mentre Vinales scatterà dall’ottavo posto in griglia.

L’ultima pole dell’anno è invece ad appannaggio del padrone di casa Miguel Oliveira. Il centauro portoghese, in sella a una KTM che conferma la propria versatilità e la propria facilità di guida, ha conquistato la prima posizione nelle prove del GP casalingo. L’obiettivo sarà quello di bissare il successo ottenuto nel GP di Stiria, a metà stagione. Le possibilità sono ottime, ma Oliveira dovrà guardarsi da una concorrenza agguerritissima. Oltre al già citato Morbidelli, infatti, il pilota Suzuku dovrà guardarsi le spalle da una concorrenza agguerritissima: i primi nove piloti sono raccolti in appena 4 decimi.

Continua il periodo no degli altri piloti italiani. Andrea Dovizioso, alla sua ultima gara in sella a una Ducati, deve accontentarsi di scattare dalla dodicesima posizione, mentre gli altri centauri tricolore sono addirittura più indietro. Bagnaia parte dalla quindicesima posizione, mentre Valentino Rossi, Danilo Petrucci e Lorenzo Savadori partiranno dalla piazzola 17, 18 e 19. Joan Mir, fresco campione del mondo, parte dalla ventesima posizione.

Griglia di partenza GP di Portogallo 2020

  1. Miguel Oliveira 1’38.892
  2. Franco Morbidelli 1’38.936
  3. Jack Miller 1’39.038
  4. Cal Crutchlow 1’39.156
  5. Fabio Quartararo 1’39.199
  6. Stefan Bradl 1’39.204
  7. Johann Zarco 1’39.238
  8. Maverick Vinales 1’39.260
  9. Pol Espargarò 1’39.284
  10. Alex Rins 1’39.467
  11. Takaaki Nakagami 1’39.531
  12. Andrea Dovizioso 1’39.587
  13. Brad Binder 1’39.390
  14. Aleix Espargarò 1’39.762
  15. Francesco Bagnaia 1’40.019
  16. Alex Marquez 1’40.049
  17. Valentino Rossi 1’40.058
  18. Danilo Petrucci 1’40.091
  19. Lorenzo Savadori 1’40.174
  20. Joan Mir 1’40.290
  21. Tito Rabat 1’40.427
  22. Mika Kallio 1’41.753

MotoGP, Gran Premio del Portogallo: resoconto della gara Fonte:

Tags:

Caricamento contenuti...