,,
Virgilio Sport SPORT

Motogp, Gigi Dall'Igna spiega la strategia di lavoro Ducati

La Ducati può vantare tre piloti fortissimi che, tuttavia, guidano in modo del tutto diverso l'uno dall'altro. Le esigenze tecniche, dunque, sono molto differenti.

Il paradosso della Ducati di quest’anno è davvero incredibile: emersa come la moto più completa e competitiva di tutto il lotto, con tre piloti nelle prime cinque posizioni della classifica iridata, non ha tuttavia il comando della classifica stessa, guidata attualmente da Fabio Quartararo, unica punta di diamante Yamaha.

I risultati rispetto allo scorso anno stanno migliorando, e la casa di Borgo Panigale può vantare già due vittorie in questo Mondiale, entrambe firmate Jack Miller. L’australiano però in classifica è solo quinto. Terzo è il suo compagno nel team ufficiale, Pecco Bagnaia. Secondo Johann Zarco, in sella alla moto ‘cliente’ del team Pramac.

Inoltre, i 3 centauri sono racchiusi in una miseria di 22 punti. Pochissimi, anche se Quartarato è già staccato da Zarco di 34, il che fa di lui il leader assoluto del Campionato. Intervistato dal sito ufficiale della Motogp, il direttore generale della Ducati Gigi Dall’Igna spiega come, avendo in box piloti che guidano la moto in modo così differente l’uno dall’altro, la scuderia deve concentrarsi sulle esigenze di ogni singolo pilota. Queste le sue parole:

I nostri piloti hanno stili di guida diversi, quindi non dobbiamo lavorare in una sola direzione. Una buona moto permette al pilota di usarla come vuole. Penso che la nostra moto possa fare questo al momento […] È abbastanza ovvio che Pecco abbia uno stile di guida diverso rispetto agli altri piloti Ducati (riferendosi al modo di stare in sella del campione 2018 della Moto2) È davvero speciale come usa la gomma anteriore al 100%. Dobbiamo quindi andare in direzioni diverse quando si lavora con la moto. Dopo tanti anni abbiamo cambiato lo schieramento dei piloti Ducati in MotoGP. Ora stiamo lavorando con questi giovani piloti e anche questo è importante per me. Perché i giovani piloti danno anche a quelli che sono più vecchi, e mi metto tra questi, un nuovo slancio. Mi spingono a migliorare sempre di più”.

OMNISPORT | 08-07-2021 10:31

Motogp, Gigi Dall'Igna spiega la strategia di lavoro Ducati Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...