,,
Virgilio Sport

MotoGP, Marquez alla Honda: "Servono due passi in più per il titolo"

L'otto volte campione del mondo: "La Honda è una moto che ti dà, ma quando cadi due o tre volte senza sapere perché, ti toglie".

23-11-2022 14:59

MotoGP, Marquez alla Honda: "Servono due passi in più per il titolo" Fonte: Getty Images

Ai microfoni di Moto.it, Marq Marquez ha avvisato la Honda in vista della prossima stagione: “Ci sono state piccole evoluzioni ma bisogna fare un passo in più, poi due per avere qualcosa che ci possa permettere di lottare per il titolo. Il test è andato bene, ho guidato bene con la proto (cioè la moto 2023), mi sono anche fermato e Mir l’ha provata, perché è importante avere diversi commenti. Ci sono diversi fattori che devono essere migliorati, uno è il motore. Quest’anno abbiamo sofferto un po’ con il motore, soprattutto in circuiti come la Malesia, con lunghi rettilinei”.

Per Marquez non è facile guidare la Honda: “Quando arrivi su una moto facile, vai forte, come quando mio fratello è salito sulla Ducati e Oliveira sull’Aprilia. Loro arrivano e vanno forte, il primo test è stato un po’ difficile per loro, ma nella telemetria vedi che vanno forte, c’erano delle curve che hanno fatto come me o anche più veloci. La Honda è una moto che ti dà, ma quando cadi due o tre volte senza sapere perché, ti toglie“.

Infine, Marquez ha ammesso: “Siamo in una nuova MotoGP, devi adattarti come pilota. Dipendi di più dalla moto. Più fattori aggiungi a una moto, più dipenderai da essa. Meno fattori, aerodinamica, holeshot… meno sarai dipendente. Adesso con un’aerodinamica buona o cattiva cambia totalmente la moto. Quando facciamo prove di aerodinamica o holeshot, beh, la moto cambia. Prima stare dietro a un pilota ti rendeva la vita più facile, adesso ti mette quasi in difficoltà, cambia completamente la moto, l’aerodinamica, per non parlare dei sorpassi che, come si è visto a Valencia, sono molto difficili da fare, se arrivi con un decimo o due in più non sorpassi, ma se arrivi con un ritmo molto più alto, sì”.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...