Virgilio Sport

Napoli, addio al Maradona di Jorit: il murale di San Giovanni a Teduccio verrà distrutto

L’arte deve cedere il passo alla riqualificazione del territorio e anche un’icona come Maradona rischia di scomparire: si tratta del murale del Diez su due palazzi di San Giovanni a Teduccio che verranno demoliti

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

L’arte che fa spazio alla riqualificazione. E anche Maradona deve cedere il paso. Napoli deve riqualificare alcuni quartieri e alcune zone della città che sono state trascurate troppo a lungo e il murale di Jorit diventato un simbolo a San Giovanni a Teduccio verrà demolito il prossimo 2 febbraio insieme a 360 appartamenti.

Jorit: il murale di Maradona verrà demolito

Il prossimo 2 febbraio apriranno i cantieri per la zona di via Taverna del Ferro a San Giovanni a Teduccio. Il quartiere conosciuto anche come Bronx è nato nel 1980, costruito nel 1980 poco tempo dopo il terribile terremoto dell’Irpinia. Nelle prossime settimane però la zona di via Taverno del Ferro sarà oggetto di un’opera di riqualificazione a lungo dovuta e gli edifici su cui compaiono il murale di Maradona e quello dello “scugnizzo” Niccolò saranno demoliti.

In totale saranno abbattuti circa 360 alloggi e anche 84 box presenti a seguito di un’iniziativa del Comune di Napoli che per l’opera di qualificazione ha stanziato 106 milioni di euro. Ad aprile cominceranno anche i lavori per la costruzione di nuove palazzine.

Maradona: il murale meta di pellegrinaggio

Le facciate dei due palazzi che saranno demoliti sono diventati una tela per l’artista di strada Jorit Agoch, uno dei più celebri artisti di strada, le cui opere sono frequenti a Napoli. Su uno dei palazzi l’artista ha disegnato il volto di Maradona come “Dios Umano” affiancato dal volto di uno scugnizzo, Niccolò, come “Essere umano”. L’opera che è stata conclusa 7 anni fa nel corso del tempo è diventata una sorta di meta di pellegrinaggio ed un luogo di aggregazione. Nonostante si tratti di un “quartiere difficile”, tanti turisti hanno deciso di visitare la zona anche di sera.

Chi è Jorit: l’artista simbolo della street art napoletana

Nel corso degli ultimi anni, Jorit Agoch, è diventato uno degli artisti più conosciuti nel mondo della street art italiana ma non solo. Nato a Napoli nel novembre del 1990, Ciro Cerullo, ha cominciato come molti artisti di strada come “writer” per le strade della sua Quarto. Dopo la laurea all’Accademia delle Belle Arti di Napoli e dopo essere stato anche “ospite” di una mostra, la sua fama è andata sempre aumentando complici le opere che ha realizzato sui muri di Napoli.

Il suo tratto distintivo sono i ritratti di personaggi storici, o pop e molto spesso anche legati al mondo del calcio e hanno tutti in comune dei segni rossi sulle guance che hanno dato vita a quella che viene chiamata la “Human Tribe”. Per le strade di Napoli si possono trovare anche i ritratti di Hamsik e Paolo Cannavaro.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...