,,
Virgilio Sport

Napoli, la sincerità di Gattuso: "Risultato bugiardo"

Gennaro Gattuso si prende i tre punti dopo Crotone-Napoli: "Sul campo ne abbiamo 21. Giovedì ci giochiamo il primo obiettivo".

06-12-2020 21:30

Napoli, la sincerità di Gattuso: "Risultato bugiardo" Fonte: Getty Images

Il Napoli risponde presente a Crotone e si prende tre punti d’oro che lo proiettano al terzo posto, in compagnia della Juventus e dietro a Milan e Inter.

Uno 0-4 che però, secondo Gennaro Gattuso, è un risultato condizionato dall’episodio dell’espulsione di Petriccione, che ha definitivamente tagliato le gambe ai calabresi. Queste le sue dichiarazioni ai microfoni di ‘Sky Sport’.

“In Serie A le gare sono tutte difficili. Mi complimento con la squadra per il modo con cui ha affrontato questa. Il risultato è bugiardo, ma la mentalità mi è piaciuta. Il Crotone ci ha messo in difficoltà, poi l’espulsione lo ha penalizzato. Giocare ogni 3-4 giorni non è semplice, venerdì siamo tornati alle 5-6 di mattina e non abbiamo potuto fare nulla”.

Giovedì c’è già il primo ‘bivio’ con la sfida alla Real Sociedad che deciderà la sorte europea degli azzurri.

“Sul campo i punti sono 21, non sono pochi. Giovedì ci giochiamo il primo obiettivo stagionale. Qualche giorno fa non siamo riusciti a portare a casa la vittoria, giovedì proveremo a fare qualcosa di importante contro un avversario difficile”.

Gattuso predilige sempre e comunque la qualità nelle sue squadre.

“Non voglio calciatori che somiglino a me, ne voglio di tecnici. Se ci sono giocatori che mi somigliano non li faccio giocare perché da allenatore cerco un calcio diverso, volto a creare la superiorità numerica. Quello che oggi chiedo ai ragazzi io non ero in grado di farlo e probabilmente avrei fatto tanta panchina. Comunque non rinnego il mio passato”.

C’è spazio anche per un racconto relativo al suo rapporto con Zlatan Ibrahimovic.

“Io gli rompevo le scatole più di quanto lui lo facesse con me. Ero più martello di lui. Spesso gli dicevo di stare zitto perché c’era chi accettava la cazziata e chi no. Devi sapere con chi puoi alzare la voce, lui invece è un kamikaze. I vari Abate e Antonini li distruggeva: credo che Abate abbia passato le pene dell’inferno con lui”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...