Virgilio Sport

Atalanta-Fiorentina 4-1, Italiano: "Espulsione condizionante". De Roon: "Ora tutta Bergamo a Roma"

Dea in finale di Coppa Italia, i commenti in diretta tv e conferenza stampa dopo il match al Gewiss Stadium

Pubblicato:

Marco Festa

Marco Festa

Giornalista

Frequentatore di stadi ed esperto di calcio, ama agganciare e far domande a idoli e futuri campioni. Anzi, spesso precorre gli addetti ai lavori e li scova prima di loro

L’Atalanta sfiderà la Juventus in finale di Coppa Italia il prossimo 15 maggio a Roma. Al Gewiss Stadium la Dea ha vinto 4-1 contro la Fiorentina, regolata nel recupero del secondo tempo grazie ai gol qualificazione di Lookman e Pasalic.

Match vivace, frizzante, aperto da Koopmeiners, rimesso in piedi da Martinez Quarta dopo l’espulsione di Milenkovic e incanalato sui binari nerazzurri da una sforbiciata pazzesca di Scamacca.

Atalanta-Fiorentina 4-1, Italiano: “Espulsione fatale”

Ai microfoni di SportMediaset, mastica amaro a fine partita il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Italiano: “Abbiamo pagato l’espulsione di Milenkovic. Abbiamo dovuto cambiare spartito, ci siamo difesi con ordine, siamo riusciti anche a far gol. Eravamo venuti a Bergamo con l’idea di metterli in difficoltà e di andare in finale. Già aver centrato altre due semifinali è una soddisfazione, chiaramente volevamo andare a Roma ma loro sono stati bravi. Ci dispiace, peccato non aver sfruttato più occasioni all’andata”.

Atalanta-Fiorentina 4-1, Italiano: “Bravi a tenere botta, ma non è bastato”

Italiano ha poi aggiunto: “Ai supplementari sarebbe stata un’altra mezz’ora di sofferenza. L’Atalanta sfrutta tantissimo i quinti di centrocampo, potevamo concedere tanto, ma la decisione è stata quella di tenere botta e stavamo pure per riuscirci aggiungendo gente fresca. Peccato, abbiamo preso il 3-1 a tempo scaduto”.

Atalanta-Fiorentina 4-1, Italiano in conferenza stampa: “Episodi dubbi”

Italiano ha proseguito la sua disamina in conferenza stampa: “Secondo me ci sono due episodi dubbi, su Gonzalez, nello scontro con Carnesecchi, ci poteva stare qualcosa. Scamacca all’andata, poteva essere espulso. Siamo rimasti in partita contro una squadra che ha battuto il Liverpool pochi giorni fa. Il risultato è troppo ampio, ma rimane il percorso e ciò che abbiamo fatto vedere”.

De Roon: “Ora portiamo tutta Bergamo a Roma”

Al settimo cielo capitan De Roon: “Siamo molto felici. Siamo in finale di nuovo ed è tanta roba. Abbiamo ribaltato lo svantaggio della partita di andata. Siamo stati fortunati a sbloccare subito la partita, è venuta fuori una battaglia. Nel secondo tempo siamo venuti fuori forte, c’era tanto spazio dopo l’espulsione. Un peccato aver subito gol su palla inattiva. Vincere così, alla fine, è una soddisfazione enorme. La Juve fa sempre gol, anche contro la Lazio stava soffrendo e ci è riuscita. Finalmente ci sarà lo stadio pieno, a Reggio Emilia col Covid non fu così speciale. Non vediamo l’ora di portare tutta Bergamo a Roma”.

A Sky, De Roon ha aggiunto: “Se abbiamo battuto il Liverpool possiamo battere la Juventus”.

Scamacca: “Bellissimo giocare in questa Atalanta”

Scamacca ha portato l’Atalanta in finale, ma non potrà giocarla perché è stato ammonito, era in diffida e sarà squalificato: “È stata una partita strepitosa da parte nostra. Siamo stati molto bravi perché abbiamo spinto fino alla fine e l’abbiamo portata a casa. Sono contento di aver aiutato la squadra, ma sono gli altri che mi mettono nelle condizioni di buttare la palla in rete. Giocare con quest’Atalante è bellissimo. In una finale non ci sono favoriti. In questo momento non penso alla Nazionale, ma all’Atalanta”.

Gritti (vice Gasperini): “Una goduria”

Tullio Gritti, vice di Gianpiero Gasperini: “Una goduria. L’ammonizione a Scamacca non c’era. Altrimenti togliamo i contrasti dal calcio. Il gol non andava annullato. Non abbiamo nessuna intenzione di fermarci. Non so se sono un portafortuna dell’Atalanta, forse ho un quadrifoglio in tasca e non lo so. Scherzi a parte, complimenti ai ragazzi. Con loro pensi sempre che sia stata la miglior partita e puntualmente ti smentiscono in quella successiva. Trofeo? Quello che abbiamo fatto è importante, ma proveremo a lasciare il segno”.

Gritti in conferenza stampa: “La finale è un premio per tutti”

Gritti in conferenza stampa: “È un premio per tutti, non abbiamo mai avuto in mente di scegliere qualcosa. L’Atalanta è questa, quella che dà il massimo per qualsiasi competizione. Giochiamo sempre e solo per vincere contro tutti, la nostra mentalità è questa. Il migliore in campo?Se gioco contro una squadra che fa 150 rinvii del portiere, posso dire che il migliore in campo non è stato Carnesecchi che non ha fatto una parata. Il gol di Lookman? Ho passato due minuti con lui che mi chiedeva se fosse gol e io rispondevo: boh”.

Biraghi: “A un certo punto sembrava giocassero in quindici…”

Biraghi ha aggiunto: “C’è rammarico, soprattutto perché abbiamo fatto di tutto e qualcosa di più per cercare di contenere una corazzata con tanti giocatori offensivi. Sembrava giocassero in 15 ad un certo punto. C’è poco da dire, nel calcio si vince e si perde, l’importante è reagire già da domani. C’è poco tempo per piangere”.

Le emozioni della gara tra Atalanta e Fiorentina.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...