Virgilio Sport

NBA, Irving apre la strada e Doncic la chiude: Dallas si prende gara 1, stavolta Minnesota si spegne sul più bello

Di Dallas il primo blitz nella serie di finale a Ovest contro Minnesota: Irving show in avvio, ma nel finale ci pensa Doncic. Delude Edwards

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Indiana c’è andata vicino, Dallas semplicemente se l’è presa d’imperio. Volgendo a proprio favore una contesa spietata e bellissima, con Minnesota costretta alla resa in coda a una gara 1 di Western Conference Finals che non ha tradito le attese. I Mavs passano in casa dei Wolves per 108-105 e mandano un segnale forte alla concorrenza, oltre che a se stessi: se Irving e Doncic combinano come hanno fatto nel primo atto della serie, per Edwards e compagni rischiano di essere guai seri.

Irving da sballo nel primo tempo, Doncic nel finale: che combo

L’alternanza dei due violini principali di Dallas è la ragione per la quale coach Jason Kidd riesce a sfatare il tabù di gara 1, che nelle precedenti serie contro Clippers e Thunder aveva visto i Mavs andare sempre sotto. Stavolta non succede perché nell’ultimo quarto ci pensa Doncic a togliere le castagne dal fuoco: lo sloveno segna 15 dei suoi 33 punti di serata nei 12’ conclusivi, dove resta sempre sul parquet e dove la sua leadership si fa sentire, eccome.

Prima però c’aveva pensato Irving a tenere a galla Dallas, con ben 24 punti segnati all’intervallo lungo (saranno in totale 30): “Senza la prova di Kyrie nel primo tempo saremmo naufragati e non avremmo mai e poi mai potuto vincere”, ha commentato Doncic a fine partita. In due segnano 63 punti: solo la coppia Curry-Thompson nel 2015 aveva debuttato assieme in una finale di conference segnando più di 60 punti.

Luka però il suo sigillo l’ha impresso in maniera indelebile: 33 punti, 8 assist, 6 rimbalzi e tre palle recuperate, giusto per far capire al mondo intero che lui queste Finals le vuole giocare, pronto a portare Dallas in missione. Dallas che ringrazia anche i soliti gregari, su tutti Dereck Lively II, che in uscita dalla panchina firma 9 punti con 11 rimbalzi. Più prezioso di così, si muore.

Edwards e Towns, troppi errori: McDaniels non basta

Minnesota sa di aver sciupato una ghiotta opportunità per indirizzare la serie. Anthony Edwards, fresco di nomina nel primo quintetto All NBA, ha faticato tanto (troppo) a trovare ritmo: la doppia doppia da 19 punti e 11 rimbalzi è un po’ ingannevole, perché per confezionarla ha avuto bisogno di 16 tiri, di cui soltanto 6 andati a segno (e pesano le tre palle perse). Soprattutto Ant non è riuscito a dare il suo contributo nel finale di partita, quando un parziale di 13-0 ha rimesso Dallas in carreggiata e un altro di 8-0 le ha permesso di prendere definitivamente il comando delle operazioni in un match che ha visto 14 avvicendamenti nel punteggio e ben 7 parità.

Anche Towns e Gobert non hanno brillato: 28 punti in due e qualche sbavatura di troppo in difesa, sebbene una controversa interferenza fischiata a Towns abbia finito per fungere da spartiacque in una gara sin lì equilibratissima e assai incerta. Alla fine il migliore dei Wolves è stato Jaden McDaniels, alla terza gara consecutiva sopra i 20 punti (non c’era mai riuscito prima), mentre Naz Reid s’è fermato a 15.

Minnesota era avanti 2-0 con Denver, poi s’è ritrovata sotto e alla fine ha vinto a gara 7: insomma, tutto è apertissimo. Ma intanto Dallas scappa.

Stanotte si torna in campo a Boston: Indiana vuole la rivincita

Stanotte alle 2 italiane si torna in campo al TD Garden di Boston per gara 2 della sfida tra Celtics e Pacers, con i padroni di casa avanti 1-0 grazie alla vittoria (un po’ rocambolesca) ottenuta nel primo atto della serie grazie al canestro di Brown che ha mandato la partita al supplementare e alla leadership di Tatum nel 5′ extra. Indiana non vuol farsi sorprendere ancora, decisa a tornare a casa con il fattore campo a proprio favore.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...