,,
Virgilio Sport SPORT

Nigeria alle Olimpiadi nel bob. La storia di un'impresa assurda

Come tre ex atlete africane sono riuscite in pochi mesi a far partecipare la Nigeria alle Olimpiadi invernali

Forse non è la primissima volta che l’Africa partecipa alle Olimpiadi invernali. Di sicuro sarà la prima volta che lo farà in una gara di bob. Sarà la squadra femminile della Nigeria a rappresentare il Continente Nero sul bianco ghiaccio della pista di PyeongChang a febbraio 2018.

Una vera e propria impresa, un piccolo miracolo sportivo compiuto più per la grande forza di volontà delle tre atlete africane, che per l’improvviso interesse da parte dello stato africano per gli sport del freddo che a pochi passi dall’equatore non hanno molto seguito.

La storia inizia molto lontano dalla Nigeria, negli Stati Uniti. Seun Adigun infatti è nata e vive a Chicago da genitori nigeriani. Atleta fin da ragazzina ha conseguito risultati importanti per la Nigeria nelle gare di velocità: aveva pure partecipato pur senza fortuna alle Olimpiadi di Londra nel 2012 nei 100 ostacoli. A farle cambiare sport, non tanto il famoso film “Cool runnings” sulla squadra giamaicana di bob del 1988, ma l’esempio di altri atleti convertitisi in bobbisti con successo: “Perché non posso riuscirci anche io?” ha pensato e in questa sua pazza idea ha pensato bene di coinvolgere altre connazionali, che come lei vivono e studiano negli Usa.

E non ha scelto a caso le compagne di viaggio: Ngozi Onwumere, oro nella staffetta 4×100 ai campionati africani del 2015, e Akuoma Omeoga specialista di 100 e 200 con l’università del Minnesota. La velocità c’è, manca la tecnica e l’esperienza. Ecco quindi le tre mettere assieme i 150mila dollari per buttarsi in questa avventura, tagliando le spese il più possibile ed economizzando su tutto. La pista di allenamento quella di Houston, in Texas, in mezzo al deserto… Il primo bob: un trabiccolo di legno.

Passo-passo la crescita nelle prestazioni e poi le eliminatorie disputate nelle gare del Nord-America e il sospirato pass per le Olimpiadi coreane. Alle quali si presenteranno pure con uno sponsor importante come la Visa che nel frattempo ha fiutato la storia e ha deciso di appoggiarla. “Abbiamo raggiunto un immenso traguardo nello sport del nostro Paese. Niente mi rende più orgogliosa che sapere che avremo un piccolo ruolo nel creare opportunità negli sport invernali in Nigeria”, dice Adigun al settimo cielo.

VIRGILIO SPORT | 17-11-2017 11:40

Nigeria alle Olimpiadi nel bob. La storia di un'impresa assurda Fonte: Twitter

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...