,,
Virgilio Sport SPORT

"Non possiamo ignorare la sentenza": cosa accadrà a Schwazer

A "Radio anch'io", è intervenuto Stefano Mei che ha sottolineato l'importanza della decisione del Tribunale di Bolzano

“Serve tempo per vedere che sviluppi può avere la vicenda. Certo è che dalle anticipazioni emergono accuse piuttosto gravi nei confronti di altre entità. Federazione e Coni dovranno prenderle in considerazione”. Sono trascorsi pochi giorni dalla sentenza del tribunale di Bolzano, che ha restituito dignità – come affermato dall’interessato – a Alex Schwazer e gettato nuove ombre sul caso che lo ha travolto. A sottolineare la centralità e la rilevanza della decisione dei giudici è il neo presidente della Federazione di atletica leggera, Stefano Mei, ospite di Radio anch’io sport (Rai Radio 1).

Caso Schwazer: interviene Stefano Mei

“Non voglio entrare troppo nel merito ma c’è un’ordinanza di 87 pagine di un giudice che, oltre ad archiviare la posizione di Alex Schwazer, fa considerazioni estremamente gravi nei confronti di altre entità. Sono 87 pagine contro un comunicato stampa di poche righe”, ha sottolineato Mei nelle risposte, riferendosi alla nota con cui la Wada ha respinto le accuse del gip di Bolzano.

Mei ha posto al centro della sua riflessione i contenuti di queste motivazioni:

“Qui si tratta di un’indagine durata quattro anni, dobbiamo tenerne conto. Ci sono i fatti: bisogna rispettare le sentenze e leggere attentamente le motivazioni. Federazione e Coni dovranno tenerne conto e adottare le opportune soluzioni. Vediamo gli sviluppi”.

Come fatto da Schwazer, inevitabile il riferimento alle Olimpiadi di Tokyo: perché si possa sperare che Alex venga ammesso ci sarebbero dei passi necessari. Ma più che sulla possibile partecipazione del maratoneta (negata dalla Iaaf), sostenuto in questa battaglia dal prof. Sandro Donati, Mei si è soffermato sull’effettivo svolgimento delle Olimpiadi nel corso di questa pandemia:

“Siamo tutti col fiato sospeso: venissero rinviate di nuovo, verrebbero annullate, ma il Cio e le autorità sportive cercheranno di farle svolgere. Vediamo che con le opportune precauzioni il calcio va avanti. Saranno quasi sicuramente Giochi a porte chiuse o con un pubblico limitato, si cercherà di fare il minor danno possibile”.

VIRGILIO SPORT | 22-02-2021 11:38

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...