Virgilio Sport

Non solo F1: la Ferrari torna a Le Mans, tutto sui piloti della Hypercar

Il ritorno di Antonio Giovinazzi e la fiducia alle coppie già collaudate, Guidi-Calado e Fuoco-Molina, legittimano il sogno della Ferrari di tornare a dettare legge anche nell'Endurance.

11-01-2023 14:45

È un inizio di 2023 davvero storico quello che sta vivendo la Ferrari. Se infatti la presentazione della monoposto che dal 5 marzo in Bahrain proverà un nuovo assalto al titolo mondiale di Formula 1 che manca dal 2007 sarà presentata solo il 14 febbraio, il nuovo team principal Frédéric Vasseur è ufficialmente operativo da lunedì 9 gennaio, mentre 24 ore dopo è stato il gran giorno dell’annuncio e della presentazione dei sei piloti che formeranno il doppio equipaggio con la quale il Cavallino Rampante tornerà a partecipare alla 24 Ore di Le Mans.

Hypercar 499P, team e piloti per il Mondiale 2023: le scelte della Ferrari

L’Hypercar 499P segnerà il ritorno della scuderia di Maranello nella top class della corsa di durata più famosa del mondo a 50 anni dallo storico secondo posto conquistato dalla 312 PB di Arturo Merzario e di Pace.

Ebbene, i vertici della Ferrari hanno deciso che quest’anno dovesse essere quello del Grande Ritorno, possibilmente non solo per partecipare. Così se i veli sull’ibrida a trazione integrale sono caduti già a fine ottobre 2022, il 10 gennaio è stato svelato il team di sei piloti che dovranno guidarla, tre per ciascuno dei due equipaggi. Si tratta di Antonio Fuoco, Miguel Molina e Nicklas Nielsen sulla vettura 50 e di Alessandro Pier Guidi, James Calado e Antonio Giovinazzi sulla vettura numero 51.

La Ferrari e la sfida Endurance: il ritorno di Antonio Giovinazzi

Sulla carta sembrano esserci tutti gli ingredienti per fare bene, trattandosi di un’equipe alla quale non manca il giusto mix di gioventù ed esperienza, senza dimenticare quel pizzico di italianità al quale in Ferrari non si vuole rinunciare. Nelle competizioni del Wec, il Mondiale Endurance che nel 2023 sarà composto da sette prove, la Ferrari iscriverà appunto due equipaggi attraverso AF Corse. La novità principale è rappresentata dalla presenza del pilota più noto al grande pubblico, se non altro per i propri trascorsi in Formula 1, ovvero Antonio Giovinazzi.

Per il pugliese, classe ’93, si tratta di una bella rivincita ad un anno dal discusso “defenestramento” da parte dell’Alfa Romeo, per far posto al cinese Zhou Guanyu, scelta che ha relegato Giovinazzi al ruolo di terzo pilota nel Mondiale 2022 per la Ferrari, insieme a Mick Schumacher, ma anche per i team satelliti Alfa Romeo e Haas. Ora si cambia vita grazie all’ebbrezza dell’Endurance, che segue l’esperienza, in verità fallimentare, avuta nel 2021-’22 in Formula E con la Dragon Racing: “Sono molto orgoglioso di essere stato scelto per portare in gara l’Hypercar, una vettura dalla grande importanza storica. Per me si tratta di un ulteriore step nella carriera” le parole di Giovinazzi.

Ferrari, l’identikit dei piloti della Hypercar 499P: verso il sogno Le Mans

L’ex pilota della Sauber si avvarrà dell’esperienza della coppia formata da Guidi e Calado, che partiranno con il vantaggio dei tanti anni vissuti insieme nelle corse. Dall’alto dei 40 anni che compirà a dicembre l’italiano Alessandro Pier Guidi, piemontese di Tortona, è uno dei piloti più esperti e vincenti dell’Endurance ed è pronto a una nuova sfida con il compagno storico, il britannico James Calado, nato nel 1989. Nel 2022 i due si sono laureati campioni del mondo per la seconda volta consecutiva (la terza in carriera dopo quella del 2017) in classe LMGTE Pro. Per i due in sette stagioni 11 vittorie e 23 podi su 39 partenze.

Lo stesso discorso vale per Fuoco e Molina, “padroni” della vettura 50 insieme al danese Nielsen. Fuoco, calabrese, classe ’96, e Molina, spagnolo classe ’89, campione della European Le Mans Series nel 2021, hanno già corso insieme nel Wec GTE-Pro vincendo la 8 Ore del Bahrain alla guida della 488, mentre Nielsen, nato nel 1997, vince almeno un titolo continentale o mondiale ininterrottamente dal 2018, essendosi aggiudicato due Mondiali nella classe GT Am e uno nella classe LMP2 AM

Il debutto della Hypercar 499P avverrà il 17 marzo in occasione della Mille Miglia di Sebring negli Stati Uniti. L’avvicinamento al Le Mans, in programma tra il 10 e l’11 luglio, vivrà anche delle tappe della Sei Ore di Portimao il 16 aprile e la Sei Ore di Spa il 29 dello stesso mese.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...