,,
Virgilio Sport SPORT

Pallanuoto

Caratteristiche, regole principali e risultati della pallanuoto a Tokyo 2020. Le medaglie assegnate in tutte le discipline

CALENDARIO TORNEO DI PALLANUOTO

Il Settebello Azzurro: i giocatori

Questi i fantastici 14 che daranno come al solito battaglia nel torneo di pallanuoto guidati da Alessandro Campagna.

  • Matteo Aicardi
  • Michael Bodegas
  • Marco Del Lungo
  • Francesco Di Fulvio
  • Vincenzo Dolce
  • Gonzalo Oscar Echenique
  • Niccolò Figari
  • Pietro Figlioli
  • Stefano Luongo
  • Nicholas Presciutti
  • Vincenzo Renzuto Iodice
  • Alessandro Velotto
  • Gianmarco Nicosia (Riserva)

Le squadre che partecipano alle Olimpiadi

Torneo maschile Torneo femminile
Giappone, Serbia, Spagna, ITALIA, Ungheria, Stati Uniti, Australia, Sudafrica, Kazakistan, Grecia, Montenegro e Croazia Giappone, Stati Uniti, Spagna, Canada, Australia, Sudafrica, ROC (Russia), Cina, Ungheria e Olanda.

Un po’ nuoto, un po’ calcio, un po’ pallamano, la pallanuoto è uno sport completo e capace di regalare emozioni incredibili. Quest’anno a Tokyo si sfideranno 12 squadre maschili e 10 femminili al Centro di pallanuoto Tatsumi.

Le regole della pallanuoto

Due squadre competono per lanciare la palla nella porta dell’avversario. Ognuna è composta da sette giocatori, incluso un portiere, e tutti giocano senza che i loro piedi tocchino mai il fondo.

Una partita è composta da quattro quarti, ognuno dei quali dura 8 minuti. Oltre al portiere, i giocatori possono toccare la palla solo con una mano e devono tirare in porta entro 30 secondi dall’inizio dell’attacco; se non lo fanno, il possesso passa all’altra squadra. L’ideale è che le squadre sfruttino tutti i 30 secondi di possesso per portare la palla in posizione centrale e, da lì, attaccare la porta. 

I giocatori possono muoversi liberamente all’interno dell’area di gioco, che misura 30m x 20m ed è profonda almeno 2m. 

Importante nella pallanuoto è il discorso legato ai falli. Questi includono “falli semplici“, non comportano sanzioni disciplinari, ma una punizione a favore dell’avversario, e “falli gravi” comportano l’espulsione di chi li commette. Un giocatore espulso deve recarsi nella zona chiamata pozzetto e non può partecipare al gioco per 20 secondi, nei quali la squadra avversaria è in superiorità numerica. Al termine dei 20 secondi, il giudice incaricato alza una bandierina a indicare il rientro del giocatore; se egli non dovesse entrare o uscire correttamente nel/dal pozzetto, viene espulso con effetto immediato e alla squadra avversaria viene assegnato un tiro di rigore.

Le tecniche di tiro della pallanuoto

Il tiro più comune è quello classico, consiste nello scaricare la potenza accumulata con la trazione, scagliando con un movimento rapido del braccio la palla verso la porta avversaria.

Esistono poi delle varianti al tiro classico e sono:

  • il tiro a schizzo consiste nel sollevare leggermente la palla con una mano e impattarla con le dita dell’altra, con la quale si sta terminando la bracciata;
  • il tiro di polso prevede di concludere a rete senza uscire con il busto dall’acqua e scagliare la palla verso la porta con la sola forza del polso;
  • nel tiro a colonnello si afferra la palla con il braccio disteso sull’acqua, si trascina indietro, prima affondandola e poi lasciandola riemergere. Posizionando la palla all’altezza del viso, con il braccio intraruotato fuori dall’acqua, si fa forza su di esso per lanciare la palla verso la porta;
  • il tiro a sciarpa prende il nome dal movimento che si effettua durante questo tiro, che ricorda il gesto per indossare una sciarpa. Infatti il giocatore afferra la palla e con un movimento semicircolare verso la spalla opposta scaraventa la palla verso la porta;
  • la rovesciata si esegue afferrando la palla ed eseguendo un movimento di novanta gradi verso destra durante il quale si lascia la palla;
  • la palomba prevede l’esecuzione della fase di trazione, ma anziché imprimere potenza alla palla, distendere il braccio per darle una traiettoria morbida che punti a scavalcare il portiere.

Il Settebello

È Ermenegildo Arena, giocatore della Rari Nantes e del Settebello, a dire: “Ci chiamano ‘quelli del Settebello’”. Arena fa riferimento al soprannome dato ai giocatori del suo club, ma in breve tempo il termine Settebello passa ad indicare l’intera nazionale maschile di pallanuoto. A garantire l’immediata fama del marchio è la medaglia d’oro olimpica ottenuta ai Giochi di Londra del 1948 in cui la squadra vince sull’Ungheria, campione in carica da due edizioni.

In un’Italia che ancora porta le profonde cicatrici lasciate dal conflitto, la vittoria del Settebello diventa un simbolo di ripresa e il bronzo dei Giochi di Helsinki 1952 accresce la fama di questo sport tra il pubblico. Il momento più alto per la Nazionale di pallanuoto arriva alle Olimpiadi di Roma 1960, dove il Settebello vince l’oro avendo la meglio nel girone finale su Ungheria, Jugoslavia e Unione Sovietica, rispettivamente le medaglie d’oro, argento e bronzo di Melbourne 1956.

Altro grande momento per la squadra è negli agli anni ’90 con l’allenatore Ratko Rudic e poi Francesco Attolico, Sandro Campagna, Carlo Silipo, del Grande Slam iniziato con l’oro olimpico di Barcellona 1992 contro la Spagna di Manuel Estiarte, da tanti considerato il Maradona della pallanuoto, e proseguito con l’oro agli Europei di Sheffield del 1993 e con la vittoria ai Mondiali di Roma 1994.

Pallanuoto Fonte: IPA
LEGGI ALTRO

FAQ

Quando gioca il Settebello azzurro di pallanuoto?

Il Settebello esordisce il 25 luglio alle 3 del mattino contro il Sudafrica. Qui tutte le altre partite in calendario

Quanti sono i giocatori della pallanuoto?

La disciplina della pallanuoto prevede 7 giocatori per ogni squadra, compreso il portiere.

Quanto può durare un'azione d'attacco nella pallanuoto?

Al massimo 30 secondi

Quanto misura l'area di gioco della pallanuoto?

L'area di gioco della pallanuoto misura 30 metri per 20 metri ed è profonda almeno 2 metri. Nessun giocatore può toccare il fondo piscina con i piedi

Con quante mani si può toccare il pallone nella pallanuoto?

I giocatori di movimento possono usare solo 1 mano per volta. Solo il portiere può toccare la palla con 2 mani

Cos'è il pozzetto nella pallanuoto?

E' l'area dove deve stazionare per 20 secondi il giocatore espulso temporaneamente per un fallo grave

Medaglie assegnate Olimpiadi Tokyo 2020

Maschile
Femminile
Uomini
Serbia
Grecia
Ungheria
Donne
USA
Spagna
Ungheria

OLIMPIADI TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...