Virgilio Sport

Pagelle Salernitana-Frosinone 1-1: Soule fa sorridere anche la Juve, Cheddira un fantasma

Top e flop della partita Salernitana-Frosinone, valevole per la 5a giornata di serie A 2023/2024: bene gli esterni del Frosinone, male la difesa dei granata

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

La Salernitana non sa vincere più. Ancora un pari per i granata, sempre privi di Dia in tribuna, contro un Frosinone al quarto risultato utile consecutivo. Al gol iniziale di Romagnoli del Frosinone risponde Jovane Cabral. Salernitana-Frosinone termina 1-1. Continua a traballare la panchina di Paulo Sousa, con la Salernitana agli ultimi posti della classifica. I ciociari volano al quinto posto in classifica.

Salernitana-Frosinone, la chiave della partita

Il gol iniziale dei ciociari cambia l’inerzia del match. Di Francesco, in campo con il 4-3-3 schiera una marcatura a uomo sulla difesa e portatori palla della Salernitana per mantenere il risultato. Soffre intanto la squadra di Sousa, schierata con il 3-4-2-1, con i tre attaccanti del Frosinone che superano frequentemente in velocità i tre centrali di difesa. Sousa se ne accorge e abbassa molto di più i suoi esterni di centrocampo che in fase difensiva rafforzano la copertura dei tre centrali passando a cinque uomini dietro. Il pressing alto di Di Francesco, in fase di non possesso, per costringere la Salernitana a buttare via il pallone (Brescianini si alza su Martegani, regista basso della Salernitana). Nel secondo tempo si rompono gli schemi e la Salernitana prova a sfruttare le ripartenze ma ne subisce altrettante dal Frosinone. Dalle fasce arrivano le azioni più pericolose della Salernitana. Resiste il blocco difensivo dei ciociari.

I top e flop della Salernitana

  • Martegani 6. Ne parlano bene in Argentina, ne vorrebbero parlare ancora meglio a Salerno ma non è colpa sua: nasce come trequartista ma viene abbassato e riadattato in mediana come regista, al fianco di Maggiore. Non esprime al meglio le sue qualità ma gioca una gara discreta e funzionale. Soffre, assieme al suo compagno di reparto Maggiore la pressione del pressing alto del Frosinone.
  • Pirola 5.5. Nel primo tempo soffre molto le giocate di Soule sulla sua fascia e spesso si trova solo per mancanza di supporto da parte di Bradaric. Nel secondo tempo si fa notare più per i suoi colpi in fase offensiva che per le sue chiusure difensive.
  • Gyomber 5. Sul gol che aveva fatto Caso, poi annullato per fuorigioco, era stato fatto fuori come un birillo: abbocca alla finta, si gira e perde l’orientamento non chiudendo sull’uomo. Nel secondo tempo non brilla come suo solito in fase difensiva, ogni tanto commette qualche amnesia di gioco.
  • Mazzocchi 5.5. Non è nella sua migliore giornata. Viene richiamato spesso da Sousa che lo vuole più basso in fase difensiva per aiutare i centrali di difesa. Ammonito e poi sostituito al 67′ dopo una prestazione non brillante.
  • Candreva 6.5. E’ l’unico che ci prova realmente in avanti con i suoi tiri sempre velenosi. Corre lungo la trequarti per non dare punti di riferimento alla difesa del Frosinone ed imposta facendo salire la squadra. E’ suo l’assist per Cabral.
  • Jovane Cabral 7. Il suo gol arriva nel momento migliore della Salernitana, lui abile a sfruttare una palla non facile che trasforma in un gran gol con tiro a giro sul secondo palo.

I top e flop del Frosinone

  • Romagnoli 7. Il suo gol di testa è da attaccante puro per come salta, anticipa gli avversari e conclude spedendo la palla esattamente nel sette: non può nulla Ochoa. In fase difensiva copre bene da vero centrale di difesa e regge in marcatura fissa su Jovane Cabral.
  • Caso 6.5. Ad inizio partita realizza un gol bellissimo, poi annullato per fuorigioco, liberandosi di Gyomber con una grande finta e concludendo con un tiro a giro rasoterra, perfetto e difficile da parare.
  • Soule 6.5. Il giovane argentino, scuola juventus, incanta sulla destra con le sue finte e impensierisce più volte la difesa avversaria, superando il blocco di sinistra con Bradaric e Pirola. Va anche vicino al gol con un tiro a giro, di poco alto, uscito probabilmente a causa del forte vento di quest’oggi all’Arechi di Salerno.
  • Brescianini 5.5. Fa il lavoro sporco della partita alzandosi in pressing di centrocampo sul portatore palla della Salernitana, Martegani. Perde però tutti i possibili duelli nell’uno contro uno e commette alcuni falli evitabili.
  • Cheddira 5. Sbaglia molti passaggi e manca una grande occasione da gol. Perde nei contrasti e nei duelli uno contro uno. Anche nei duelli aerei viene spesso anticipato.
  • Okoli 5.5. L’ammonizione rimediata nel primo tempo condiziona un po’ tutta la sua partita. Nella seconda frazione di gioco soffre molto le ripartenze e le azioni offensive della Salernitana. Resta comunque solido in fase di recupero in difesa.

Salernitana-Frosinone: il tabellino del match

SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa – Lovato, Gyomber, Pirola – Mazzocchi, Martegani, Maggiore, Bradaric – Candreva, Kastanos – Cabral. All. Sousa.

FROSINONE (4-3-3): Turati – Oyono, Okoli, Romagnoli, Marchizza – Brescianini, Barrenechea, Mazzitelli – Soulè, Cheddira, Caso.

ARBITRO: Marco Piccinini; assistenti Bottegoni e Politi

GOL: 12′ Simone Romagnoli (FROSINONE); 52′ Cabral (SALERNITANA)

AMMONITI: CASO (Frosinone); Okoli (Frosinone); Mazzocchi (SALERNITANA); Lovato (SALERNITANA)

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...