Virgilio Sport

Pechino 2022: da Ghiotto e Wierer altri due bronzi per l'Italia

Il veneto finisce sul gradino più basso del podio nei 10000 metri del pattinaggio di velocità, l'altoatesina nella 7,5 km sprint del biathlon.

Pubblicato:

A brevissima distanza l’una dall’altra sono arrivate due medaglie per l’Italia, entrambe di bronzo, che fanno salire a dieci il bottino di metalli preziosi vinti ai Giochi olimpici invernali di Pechino 2022.

IL MEDAGLIERE AGGIORNATO DI PECHINO 2022

Pechino 2022: Ghiotto bronzo nei 10000 metri dello speed skating

Si comincia dal pattinaggio di velocità su pista lunga, dove dopo quello di Nicola Tumolero a Pyeongchang 2018 arriva un altro bronzo e sulla stessa distanza di quattro anni fa, i 10000 metri: il merito è di Davide Ghiotto, 28enne nativo di Altavilla Vicentina, terzo alle spalle dello svedese Niels van der Poel, secondo oro a questi Giochi dopo quello sui 5000, e dell’olandese Patrick Roest, argento, anche per lui stessa medaglia dei 5000. Per Ghiotto, che ha anche migliorato il suo personale di oltre 7 secondi pattinando in 12’45”98, è stata la gara della vita a meno di un secondo e mezzo dall’argento di Roest (12’44”59), mentre van der Poel, di origini olandesi, che nei giorni scorsi ha accusato i “tulipani” di qualsiasi nefandezza, come per esempio truccare il ghiaccio per favorire i propri atleti, ha limato di poco più di due secondi il proprio record del mondo col crono di 12’30”74. Nono l’altro azzurro Michele Malfatti.

Pechino 2022: Wierer storico bronzo nella 7,5 km sprint del biathlon femminile

Pochi minuti dopo, Dorothea Wierer, 31enne altoatesina di Anterselva, vincitrice della Coppa del Mondo generale nel 2019 e nel 2020 e già bronzo nella staffetta mista a Sochi 2014 e a Pyeongchang, ha vinto la prima storica medaglia individuale nella storia del biathlon femminile italiano finendo terza nella sprint di 7,5 km con due poligoni sontuosi e con zero errori. L’oro è andato alla norvegese Marte Olsbu Roeiseland, l’argento alla svedese Elvira Oeberg, staccata di 30”9, sorella minore della più titolata Hanna, campionessa olimpica dell’individuale a Pyeongchang. Anche le due scandinave, come Dorothea, non hanno commesso alcun errore al poligono, Wierer ha accusato 37”2 di distacco e ha lasciato fuori dal podio per una decina di secondi un’altra specialista del tiro, l’austriaca Lisa Theresa Hauser. Le altre azzurre: trentaseiesima Lisa Vittozzi, autrice di 4 errori purtroppo ormai d’ordinanza nel poligono a terra, cinquantasettesima Samuela Comola.

Pechino 2022: già eguagliato il numero di medaglie vinte a Pyeongchang

Con questi due bellissimi bronzi l’Italia ha già eguagliato il numero di medaglie vinte a Pyeongchang, dieci. Il record assoluto di 20, e soprattutto quello di ori, 7, risalenti entrambi a Lillehammer 1994, sono lontanissimi, ma con 2 ori, 4 argenti e 4 bronzi c’è da gioire per un’Olimpiade che sta andando nettamente meglio rispetto alle previsioni: mancano ancora nove giorni di gare e oggi c’è di nuovo Arianna Fontana sui 1000 metri dello short track.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...