,,

Virgilio Sport

Pilato e il limite per nazione: "Regola assurda e controproducente"

La campionessa del mondo dei 100 rana si è espressa contro la novità regolamentare in vigore dagli Europei di Roma che pone a due il numero massimo di atleti della stessa nazione ammessi al turno successivo.

12-08-2022 13:33

Pilato e il limite per nazione: "Regola assurda e controproducente" Fonte: Getty Image

Dopo l’oro di Alberto Razzetti nei 400 misti gli Europei di Roma promettono di regalare tante altre soddisfazioni ai colori azzurri, nonostante la nuova regola sul limite per nazione, che pone a due il numero massimo di atleti ammessi al turno successivo per ciascuna nazione, piuttosto limitante per quei paesi con diversi nuotatori di livello.

Sul tema si è espressa a chiare lettere Benedetta Pilato dopo la qualificazione per la semifinale dei 100 rana con il miglior tempo nella propria batteria in 1’05″77, a soli sette centesimi dal personale. Insieme alla tarantina procedono Alice Angiolini, grazie al nuovo personale in 1’06”00, mentre restano fuori Arianna Castiglioni (1’06”55) e Martina Carraro (1’07”04), nonostante tempi tutt’altro che disprezzabili.

“Penso che questa regola sia assolutamente ingiusta – lo sfogo di Pilato – Ci sono quattro italiane nei primi quattro posti e tutte possono giocarsi una medaglia. Non ha senso, anche perchè così si è obbligati a spingere molto da subito e quindi a faticare fin dal mattino”.

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...