Virgilio Sport

Presunta violenza sessuale di gruppo, revocati i domiciliari a Lucarelli e Apolloni: "Nessun rischio di reiterazione"

La decisione è stata presa deciso dal gup di Milano, Roberto Crepaldi, che tuttavia, per i due ragazzi, ha comunque disposto l'obbligo di dimora a Livorno e il divieto di allontanarsi dalle 20 alle 8

27-06-2023 10:22

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Sono stati revocati gli arresti domiciliari per i calciatori del Livorno Mattia Lucarelli e Federico Apolloni, accusati di una violenza sessuale di gruppo ai danni di una studentessa americana di 22 anni risalente a marzo del 2022, fatti che sarebbero avvenuti a Milano.

In Italia per uno stage, sarebbe rimasta vittima di atti sessuali contro la sua volontà che avrebbe poi denunciato.

Lucarelli e Apolloni, revocati i domiciliari

A confermarlo è l’agenzia ANSA, in un take del pomeriggio del 26 giugno, che specifica:

“Sono ritornati liberi Mattia Lucarelli, figlio dell’ex attaccante Cristiano, e Federico Apolloni, i due calciatori 23enni con l’obbligo di dimora a Livorno e il divieto di non uscire di casa dalle 20 alle 8 dopo essere stati per una ventina di giorni agli arresti domiciliari per violenza sessuale ai danni di una 22enne studentessa americana”.

Il provvedimento di revoca è stato deciso dal gup di Milano, Roberto Crepaldi, che tuttavia, per i due ragazzi, ha comunque disposto l’obbligo di dimora a Livorno e il divieto di allontanarsi da casa dalle 20 alle 8.

Cristiano Lucarelli Fonte: ANSA

Cristiano Lucarelli nei corridoi del Tribunale di Milano in attesa dell’udienza

La ragione della decisione

Spiega Leonardo Cammarata, legale difensore di Mattia Lucarelli, che alla base della decisione ci sarebbe il fatto che in questi mesi i due ragazzi non hanno violato le prescrizioni, né hanno avuto comportamenti che potessero far pensare ad una possibile reiterazione del reato.

Mattia Lucarelli e Federico Apolloni erano stati arrestati il 20 gennaio scorso appunto per violenza sessuale di gruppo nei confronti di una ragazza loro coetanea, 22 anni appena, la quale avrebbe denunciato, poi, gli abusi subiti in una notte folle.

Il presunto stupro di gruppo risale, stando all’inchiesta della Squadra mobile e del pm Alessia Menegazzo, alla notte tra il 26 e il 27 marzo dell’anno scorso e, oltre ai due giocatori citati, sarebbero coinvolti tre loro amici, a loro volta indagati.

Gli scenari possibili

Da capire, a questo punto, se i giudici accetteranno la richiesta di giudizio con rito abbreviato avanzata dai rappresentanti dei due calciatori: intanto da quel che riporta Milano Today, l’udienza preliminare si terrà a settembre.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...