,,
Virgilio Sport SPORT

Psg, Donnarumma diventa un caso: spunta un retroscena

L'ex portiere del Milan ha fatto panchina anche in Champions League contro il Bruges: mentre i rossoneri si coccolano il francese ex Lille si apprende qualcosa di più sulle scelte dell'allenatore del Psg Mauricio Pochettino.

16-09-2021 13:18

La prima del tridente delle stelle è stata un flop. Il Paris Saint-Germain delle grandi firme in ogni reparto e del trio delle meraviglie in attacco ha steccato malamente e clamorosamente nella prima partita del girone di Champions League, pareggiando 1-1 sul campo del Bruges.

Né Neymar, né Kylian Mbappé e neppure Leo Messi hanno saputo venire a capo della resistenza dei belgi ed anzi a firmare l’unico gol dei parigini è stato Ander Herrera.

Dall’altro lato si può dire che neppure la difesa è riuscita a far restare immacolata la porta di Keylor Navas, schierato ancora una volta come titolare da Mauricio Pochettino.

Proprio la nuova panchina alla quale è stato costretto Gianluigi Donnarumma ha ormai fatto deflagrare il caso relativo alla delicata situazione dell’ex portiere del Milan, la cui esperienza sotto la Tour Eiffel si sta sviluppando con modalità molto differenti da quanto il campione d’Europa con la Nazionale avesse preventivato.

L’unica presenza in campo al momento è quella nella partita di campionato contro il Clermont dell’11 settembre scorso, ma quella che qualcuno aveva interpretato come la prima gara del nuovo corso tra i pali del Psg si è in realtà rivelata come una semplice decisione figlia del turnover.

In  un turno di campionato sulla carta agevole, infatti, Pochettino ha voluto concedere un turno di riposo al costaricense, in campo da titolare nelle prime gare della Ligue 1 e subito riproposto nella prima di Champions League.

Come dire, per il momento le gerarchie sono chiare, con Super Gigio riserva designata dell’ex Real Madrid, per lo sconcerto dell’opinione pubblica italiana e non solo. Ma non dello spogliatoio del Psg.

Secondo quanto trapela dalla Francia, infatti, le scelte di Pochettino sarebbero dettate non solo dalla volontà di affidarsi ad un portiere più esperto a livello internazionale.

Non si può infatti negare che almeno quanto a esperienza, il confronto tra i due sia impari: Donnarumma non ha mai giocato una partita di Champions e conta appena una ventina di gare di Europa League con il Milan, mentre Navas ha vinto tre Champions consecutive con il Real Madrid di Zinedine Zidane.

Ma, appunto, c’è altro alla base dell’attuale status tra i pali del Psg. Ovvero l’endorsement che lo spogliatoio ha attribuito più o meno virtualmente a Navas, “apprezzato”  non solo a livello tecnico, ma anche umano, dai tanti sudamericani che compongono la rosa.

Per il momento Pochettino, già alle prese con risultati non esaltanti nella prima stagione, non ha voluto o potuto cambiare una situazione che non sembra piacere però, oltre che a Gigio e al suo agente Mino Raiola, neppure alla proprietà qatariota del club, che con gli ingaggi di Donnarumma e Messi ha voluto dare vita ad un top team assoluto con vista sul Mondiale 2022 e che gradirebbe (eufemismo) vedere i più forti in campo

Nel postgara di Champions il tecnico argentino ha preso tempo in vista di cosa succederà domenica quando il Psg affronterà il Lione: “Domenica cambio in porta? Tutto è possibile. Le decisioni verranno prese partita dopo partita in base alle prestazione”.

Per il momento Donnarumma e lo stesso Raiola non hanno alzato la voce, almeno in pubblico e almeno in modo troppo fragoroso.

L’ex milanista si è sbilanciato sul tema solo in un’intervista a ‘Canal Plus’, nel segno del ‘politically correct’: “Navas è un grande portiere, la concorrenza fa bene a tutti e due, e anche a me, fa crescere tanto, ma sono qui per giocare, quindi darò tutto me stesso per riuscirci. Keylor è una bravissima persona”.

A complicare la situazione, almeno a livello psicologico, c’è però l’ascesa di Mike Maignan, l’erede di Donnarumma al Milan tornato in Champions League. Il francese è stato tra i pochi a non naugragare ad Anfield contro il Liverpool, confermandosi pararigori e aggiungendo un’altra ottima prestazione in un inizio di stagione molto positivo.

Il Milan sembra aver già dimenticato Super Gigio. Il contrario forse è ancora da dimostrare…

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...