Virgilio Sport

Rapina Baggio, i banditi al figlio: “Quali trofei, perché chi è tuo padre?”, il retroscena

Emergono nuovi retroscena in seguito al raid del commando armato nella tenuta di Roby Baggio durante Italia-Spagna. Intanto si continuano a cercare indizi dalle telecamere

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Sul fatto che la banda di malviventi avesse studiato il colpo prima di assaltare la tenuta di Roberto Baggio ad Altavilla Vicentina gli inquirenti sembrano avere pochi dubbi. Pare, però, che i banditi non sapessero chi stessero rapinando.

Rapina alla villa di Baggio: a caccia di indizi dalle telecamere

Il commando armato composto da sei uomini è entrato in azione giovedì durante la partita tra Italia-Spagna, sfruttando le ultime ore della luce diurna e il caldo che aveva spinto la famiglia Baggio a tenere aperte alcune finestre per far arieggiare la casa. In queste ore, come rivela Il Giornale di Vicenza, i carabinieri lavorano fianco a fianco con gli esperti del reparto crimini violenti del Ros per trovare indizi che riportino ai rapinatori. I filmati delle telecamere da analizzare sono tanti e non solo quelli degli occhi elettronici che circondano l’immensa tenuta del Divin Codino. Già, si cercano tracce anche da telecamere posto sul territorio di Altavilla, a diversi chilometri di distanza.

Il raid del commando: non un assalto casuale e l’ipotesi basista

Data l’estensione dell’area di proprietà di Baggio, gli inquirenti sono convinti del fatto che il raid nella villa dell’ex Pallone d’Oro sia stato studiato a fondo con dei sopralluoghi nei giorni precedenti. Insomma, difficilmente si poteva entrare in azione senza aver pianificato il tutto. Non sembra reggere, invece, l’ipotesi che il commando abbia potuto contare sulla collaborazione di un basista. Questo perché i rapinatori avevano studiato la villa, ma non a chi appartenesse.

I rapinatori sapevano cosa svaligiavano ma non chi

Baggio era in compagnia della moglie Andreina, dei figli Leonardo e Mattia, della fidanzata di uno di loro e della suocera, quando giovedì i banditi hanno fatto irruzione nella sua abitazione. Nel tentativo di arginarli, Roby è stato colpito alla testa da un malvivente con il calcio della pistola, rimediando pure sei punti di sutura. Secondo quanto ricostruito, uno dei figli di Baggio avrebbe chiesto ai rapinatori se fossero lì per i cimeli sportivi di suoi padre. “Quali trofei? Chi è tuo padre?” avrebbe poi chiesto – con quello che sembrava essere con un accento dell’Est Europa – un membro della banda. I cimeli, custoditi in teche blindate, non sono stati toccati. Il commando ha portato via Rolex, gioielli e contanti: al momento il bottino non è stato ancora quantificato.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...