Virgilio Sport

Roma-De Rossi, spunta un audio del giocatore che svela tutto

La registrazione sta facendo il giro della rete.

Pubblicato:

Roma-De Rossi, spunta un audio del giocatore che svela tutto Fonte: 123RF

Nuovo capitolo nel tormentone del mancato rinnovo del contratto di Daniele De Rossi con la Roma. L’addio tra il club giallorosso e il centrocampista si arricchisce di nuovi particolari dopo la diffusione in rete di un audio Whatsapp che sembrerebbe registrato proprio dall’ormai ex capitano della Roma. Nell’audio si sente una voce, che sembra quella di Capitan Futuro, che racconta ad un’altra persona alcuni particolari dell’incontro in cui la società gli ha comunicato che non aveva intenzione di rinnovargli il contratto.

Nella registrazione De Rossi spiega che avrebbe accettato un contratto a gettone, di circa 100mila euro a partita, così che il suo stipendio sarebbe stato direttamente proporzionale alle partite giocate. Guido Fienga, il ceo della società capitolina, avrebbe confessato che quella era anche la sua idea e che avrebbe voluto inserire anche dei bonus. In un secondo momento Fienga avrebbe richiamato lo stesso De Rossi, dicendo che il presidente Pallotta aveva autorizzato la soluzione del contratto a gettone, ma a quel punto il centrocampista giallorosso avrebbe declinato la proposta perché risentito dal silenzio della società durato per un intero anno. Nell’audio sempre De Rossi ha parlato anche della tempesta mediatica che si è scatenata sulla questione, e si è rammaricato per il lavoro ingrato dell’ufficio stampa della Roma che ha dovuto gestire quanto successo.

Questo parte del testo del messaggio riportato da La Repubblica: “Io gli ho detto: se voi dite che sto male, allora datemi centomila euro a presenza. Se pensate che io non possa giocare più di dieci partite, guadagnerò un milione. Se invece non gioco mai, resterò gratis. Ho fatto una battuta del genere. E Fienga mi ha detto: è quello che avrei voluto proporti io. Ma è una riflessione nata e morta lì, perché mi stava dicendo che non mi avrebbero tenuto. Due ore e mezza di colloquio. Poi arrivo a casa e mi fa: ho chiamato il presidente e mi ha detto che allora è ok. Ma come, non mi hanno detto niente per un anno, poi mi chiamano per dirmi che mi cacciano via e dopo 40 minuti arrivo a casa e mi dicono: no va bene, allora se vuoi facciamo il contratto”.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...