Virgilio Sport

Rugby, Crowley verso il Sei Nazioni: "Lavoriamo sulla nostra identità"

Troncon carica invece l'Italia A: "Saremo il bacino della Nazionale, contro la Romania A sarà una gara fisica".

11-01-2023 21:33

Rugby, Crowley verso il Sei Nazioni: "Lavoriamo sulla nostra identità" Fonte: Getty Images

Le convocazioni per il Sei Nazioni (si comincia all’Olimpico il 5 febbraio) e per la partita tra Nazionali A di Viadana (il 21 gennaio contro la Romania) aprono il 2023 del rugby Azzurro.

E’ l’anno del Mondiale di Francia, è l’anno delle conferme che la squadra del CT Crowley deve dare: “Non vediamo l’ora di scendere in campo nel Sei Nazioni. Nell’ultimo anno abbiamo lavorato per sviluppare identità di squadra e guadagnarci rispetto e credibilità internazionale. Ci sono in Nazionale nuovi giocatori e cavalli di ritorno e questo torneo offrirà a tutti l’opportunità di continuare a costruire sulle fondamenta che abbiamo creato”.

Anche l’allenatore dell’Italia A, Alessandro Troncon, presenta ai canali della FIR l’obiettivo primario: “Quello di Viadana sarà il primo appuntamento del 2023. L’ampliamento della base a disposizione della nazionale maggiore resta un aspetto importante, ancora di più nell’anno della Rugby World Cup. Affronteremo un avversario che ci metterà alla prova soprattutto dal punto di vista fisico: in rosa abbiamo molti giocatori interessanti: e giocando il nostro rugby migliore possiamo conquistare risultati importanti”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...