Virgilio Sport

Salernitana-Genoa, Retegui colpito da uno snack lanciato dagli spalti: in campo anche una pietra

Una merendina lanciata dalla curva degli ultras della Salernitana ha colpito Retegui dopo il gol messo a segno dall'attaccante del Genoa: Strootman ha poi mangiato lo snack.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Dopo gli incresciosi cori razzisti di Udine nei confronti di Maignan, che hanno portato alla momentanea sospensione del match contro il Milan, la Serie A si rende protagonista di un nuovo caso deplorevole. Mateo Retegui, centravanti della Nazionale italiana, è stato infatti colpito da un oggetto piovuto dagli spalti dell’Arechi subito dopo aver messo a segno la rete dell’1-1 per il suo Genoa contro la Salernitana. Nella stessa partita l’arbitro Orsato ha raccolto dal campo una pietra, consegnandola al quarto uomo.

Salernitana-Genoa, Retegui colpito in testa da uno snack

L’episodio che ha visto coinvolto Retegui si è verificato, appunto, negli istanti successivi alla rete dell’1-1, realizzata al 13′ dall’attaccante del Genoa e che ha impattato il momentaneo vantaggio dei campani, firmato in apertura da Martegani. Il bomber italo-argentino è stato colpito alla testa da uno snack e, a causa della botta, si è accasciato al suolo senza capire bene cosa fosse accaduto. Poco dopo, senza fare polemica, si è rialzato correndo verso il centrocampo e facendo segno alla propria panchina che non c’erano problemi. Un compagno di squadra, Kevin Strootman, ha raccolto lo snack e provocatoriamente l’ha mangiato di gusto.

Non solo la merendina: dalla curva granata piove un sasso

In realtà, oltre allo snack, dagli spalti dell’Arechi è piovuto di tutto. Oggetti di varia natura, alcuni ben più pesanti e pericolosi della merendina gustata da Strootman dopo essere finita sul capo di Retegui. Le telecamere di DAZN hanno pizzicato l’arbitro Orsato mentre raccoglieva una pietra triangolare dal terreno di gioco, consegnandola al quarto uomo. Sicuramente l’impatto del sasso con la testa di Retegui avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi.

Oggetti in campo, l’arbitro Orsato doveva sospendere il match?

Proprio il lancio della pietra, ancor più dello snack che ha colpito l’attaccante genoano, ha scatenato immediatamente feroci discussioni sui social. Critiche all’arbitro Orsato per non aver sospeso il match. “Oltre alla violenza verbale c’è la violenza fisica da condannare ed estirpare: Orsato doveva sospendere la partita”, scrive un utente su X. “Ma siamo pazzi? Lanciano pietre in campo, manco fossero su un cavalcavia e non in curva”, è il sarcastico commento noir di un altro utente. “L’arbitro doveva fermare il gioco”, un altro intervento. “Squalifica immediata del campo della Salernitana, tolleranza zero con certi comportamenti“, l’invito di un tifoso genoano.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...