Virgilio Sport

Scudetto, tutti i record della Juventus e di Cr7

Quanti primati per la squadra di Allegri, protagonista di una cavalcata storica: Ronaldo trascinatore assoluto

20-04-2019 20:07

Scudetto, tutti i record della Juventus e di Cr7 Fonte: Ansa

Il prossimo obiettivo è eguagliare i 102 punti con cui ha chiuso il campionato 2013-14, il terzo e ultimo dell’era Conte. Perché la Juventus va sempre a caccia di nuove sfide, di primati sempre più strabilianti da centrare. Proprio come Cristiano Ronaldo, il campione simbolo di questo campionato dominato sin dall’inizio, che ha portato in dote l’ennesimo tricolore certificato dal 2-1 sulla Fiorentina. La stagione 2018-19 è già un’annata da record per la squadra di Allegri. Otto scudetti di fila, ma non solo. Una superiorità tecnica certificata dai numeri, col portoghese signore indiscusso. Vittorie, punti, distacchi: ecco tutte le cifre della Juve dei record

I primati già stabiliti – Mai nessuna formazione, tra i cinque maggiori campionati europei, aveva vinto otto titoli consecutivi. E in Italia nessuno aveva conquistato il titolo tanto presto, addirittura con cinque giornate d’anticipo e ancor prima di Pasqua. Già al termine del girone d’andata, del resto, i bianconeri avevano stabilito il record di punti: 53 su 57 disponibili, uno in più rispetto al 2014. E dopo 12 partite avevano fatto registrare la miglior partenza di sempre in serie A, con 11 vittorie e un pareggio. Il record di imbattibilità è sfumato a Marassi dopo lo 0-2 col Genoa (la Juventus avrebbe eguagliato se stessa nel 2011-12, il Perugia 1978-79 e il Milan 1991-92), ma ci sono altri record davvero a portata di mano.

I record da centrare – Quello relativo al maggior numero di vittorie in un campionato, ad esempio. Nel 2013-14 la truppa di Conte vinse 33 partite su 38, quella di Allegri quest’anno è a quota 28 su 33: potrebbe ripetersi facendo en-plein nelle ultime cinque giornate. Anche per bissare il record di punti occorrono cinque vittorie di fila. Più vicino un altro primato, quelle delle vittorie in trasferta: nel 2006-07 l’Inter di Mancini chiuse con 15 colpacci su 19, la Juventus è a 13 su 16 e ha tre occasioni per far meglio. E poi c’è il distacco sulla seconda. Anche qui il record da battere è quello dell’Inter 2006-07: +22 sulla Roma. Al momento i bianconeri hanno 20 punti di vantaggio sul Napoli, che però ha giocato una partita in meno: quella contro l’Atalanta in programma a Pasquetta.

Cristiano – Un discorso a parte lo merita Cr7. Altro che sul viale del tramonto, come aveva malignato qualcuno al momento del suo acquisto multimilionario la scorsa estate: il portoghese incide ancora, eccome se incide. Ronaldo, infatti, è già nella storia della serie A avendo segnato in 9 trasferte consecutive, striscia interrotta a febbraio a Bologna. Nella classifica dei marcatori è a quota 19: non male per un debuttante nel campionato italiano. Inoltre, le uniche due sconfitte stagionali in serie A la Juve le ha rimediate quando Cristiano non era in campo: col Genoa e con la Spal. Per l’asso di Madeira si tratta del sesto titolo nazionale in carriera dopo i tre titoli inglesi vinti col Manchester United e i due in Spagna col Real. Ora ha impresso il suo marchio anche in Italia. È il primo ad aver conquistato Premier, Liga e Serie A. L’ennesimo record.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...