,,
Virgilio Sport SPORT

Serie A, Torino-Milan: a Davide Nicola serve l'ultimo sprint

Partita fondamentale per il Torino, che sta lottando con le unghie e con i denti per tirarsi fuori dalla lotta salvezza.

Dopo il pari beffa sul campo del Verona, il tecnico del Torino Davide Nicola parla in conferenza stampa in vista della sfida contro il Milan di Stefano Pioli, squadra a caccia di un piazzamento Champions. Il Milan non batte il Torino in trasferta in Serie A dal dicembre 2012 (vittoria rossonera 4-2): nelle ultime sette sfide tra queste due squadre in Piemonte cinque pareggi seguiti da due vittorie granata.

Queste le parole di Davide Nicola sulla squadra rossonera, e nello specifico anche su Kessie:

“E’ una squadra qualitativa e in forma. Giocano in maniera rapida con elementi in attacco di grande valore tecnico, ma anche i terzini supportano l’azione. Ci stiamo lavorando per prepararla bene, oggi faremo l’ultimo allenamento e la conta di chi siamo. La partita è da costruire strada facendo […] Kessie ha capacità di inserimento importanti e sa giocare anche da mezz’ala. La nostra abilità dovrà essere quella di interpretare gli spazi e leggere le situazioni. Non so chi giocherà del Milan, non dovesse giocare Ibra hanno comunque Leao, Rebic e Mandzukic. Siamo curiosi di misurarci con questo avversario, vogliamo anche capire come limitarli”.

Poi una parola più nello specifico sulla rosa, partendo ovviamente dalla difesa:

Lyanco stava avendo continuità, poi con l’infortunio è rimasto fuori. Sicuramente non c’è Nkoulou, a prescindere dalla squalifica, e vedremo nei prossimi giorni come sta. Voglio valutare Izzo, non ci fosse ce ne sono altri. E’ una fortuna avere tanti giocatori perché significa non essere mai a piedi”.

Un’altra considerazione che fa Nicola è quella sulla coppia offensiva Sanabria-Belotti. L’attaccante del Torino Andrea Belotti ha preso parte a cinque gol in cinque sfide di Serie A all’Olimpico Grande Torino contro il Milan (quattro reti, un assist), tra cui una doppietta nel match più recente (nel successo 2-1 di settembre 2019):

“Tutti i nostri attaccanti possono dire la loro, alcuni hanno avuto più possibilità. Per me è importante capire che a Verona tolgo due attaccanti e inserisco Zaza e Bonazzoli che dimostrano un ottimo impatto. La capacità di giocare insieme è valsa per tutti. Siamo partiti con Zaza-Belotti con più frequenza perché Sanabria ha avuto il Covid, poi tutti possono interscambiarsi. Le caratteristiche dei giocatori si prestano a questo tipo di gioco. Oggi verifico lo stato di forma di tutti, dobbiamo avere bisogno dei cinque cambi”.

OMNISPORT | 11-05-2021 13:40

Serie A, Torino-Milan: a Davide Nicola serve l'ultimo sprint Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...