,,
Virgilio Sport SPORT

Tortu, casa svaligiata ma l'oro di Tokyo è salvo: "Vi dico dove sta"

Tentativo di furto in casa di Filippo Tortu. Nel mirino dei ladri c’era la medaglia d’oro conquistata dal brianzolo a Tokyo nella staffetta 4x100

21-01-2022 10:34

Non si placano i furti in casa degli sportivi, calciatori e non. L’ultima vittima di una lunga serie è stata Filippo Tortu. Il campione velocista azzurro ne ha dato notizia lui stesso in una delle stories su Instagram prendendosi beffe però dei ladri che gli avevano svaligiato casa in quanto il pezzo più pregiato di casa Tortu, la medaglia d’oro della staffetta 4×100 ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, si è salvata dal furto. Anzi Tortu stesso ha rivelato dove tiene l’oro olimpico della scorsa estate.

Tortu, ladri in casa a caccia dell’oro di Tokyo: “La medaglia è al sicuro”

I ladri si sono intrufolati nell’abitazione di Filippo Tortu, a Costa Lambro, frazione di Carate Brianza, dove vive la famiglia dell’azzurro. Il campione olimpico della staffetta 4×100 a Tokyo 2020 ne ha dato notizia su Instagram in una stories dove ha scritto questo messaggio:

“Oggi, nel tardo pomeriggio qualcuno è entrato in casa mia, probabilmente per rubarmi la medaglia di Tokyo. Fortunatamente non hanno trovato quello che cercavano perché l’avevo fatta mettere in banca tempo fa, dove rimarrà visto quanto successo… Non ho parole”.

Quante stelle del calcio e dello sport derubate in casa

Il nome di Tortu si aggiunge alla lunga lista di sportivi a cui i cosiddetti “topi d’appartamento” hanno fatto visita soprattutto nell’ultimo periodo. Soprattutto calciatori le cui casa vengono svaligiate proprio durante le partite che li vedono impegnati in campo. Lunedì scorso ad esempio Lukasz Skorupski, portiere del Bologna, mentre cercava di fermare gli attacchi del Napoli nel posticipo di serie A, ha ricevuto la visita sgradita di alcuni ladri che sono entrati nella sua abitazione e hanno prelevato valori per un ammontare di 50.000 euro.

Idem era successo a Stefano Sensi mentre il centrocampista nerazzurro era impegnato a San Siro per la sfida contro il Torino nell’ultimo turno del girone d’andata, prima di Natale: il suo appartamento in zona Gae Aulenti è stato preso d’assalto dai ladri. Nel bottino un orologio di lusso da 70mila euro e oggetti personali della moglie Giulia Amodio, tra borse e gioielli: il valore totale del bottino sarebbe intorno ai 200mila euro.

A inizio dicembre, nel giorno in cui l’Atalanta è stata eliminata dal Villareal in Champions, Muriel tornando nella sua casa di Bergamo Alta, l’ha trovato a soqquadro: i ladri gli avrebbero portato via orologi e altri oggetti di valore. Furto anche in casa del portiere del Genoa, Salvatore Sirigu, durante la partita tra la Lazio e il Genoa di fine novembre, i ladri sono entrati nell’appartamento dell’estremo difensore situato nel quartiere di Albaro e portato via un bottino importante con anelli e braccialetti. C’è anche tra il centrocampista dell’Inter Arturo Vidal tra i derubati. Il furto nella villa di Vidal al Villaggio del Sole sulla collina residenziale di San Fermo, è avvenuto la sera del derby di andata Milan-Inter del 7 novembre, rubando ori, gioielli e un fuoristrada della Mercedes.

Tortu aveva scherzato sui ladri in casa e l’oro olimpico

Proprio recentemente Filippo Tortu in un’intervista al Corriere della Sera aveva in parte previsto qualche visita sgradita da parte dei ladri in casa e in parte ci aveva anche scherzato su immaginando una sorta di caccia al tesoro per trovare il suo oro olimpico:

“Per colpa dei ladri e per scaramanzia. Ho tracciato una specie di mappa del tesoro… 40 passi a Est, venti a Ovest, gira intorno alla credenza, vai dritto fino al bagno… Mamma, papà e mio fratello Giacomo sono a conoscenza di tutto. E sanno che nemmeno sotto tortura devono rivelare dove si trova il nascondiglio”. 

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...