,,
Virgilio Sport

Tottenham-Conte, futuro a rischio: Serie A sullo sfondo

Il tecnico italiano non vorrebbe rinnovare con il Tottenham in quanto spera in un ritorno alla Juve. Il contratto con il Tottenham scade nel 2023.

18-09-2022 12:05

Una delle squadre rivelazione della Premier League – se naturalmente si può definire così, piuttosto meglio parlare di una certezza, vista la vittoria per 6-2 contro il Leicester City – è il Tottenham allenato da Antonio Conte, che attualmente guida il campionato inglese in coabitazione con il Manchester City a 17 punti. Tuttavia, a tenere banco nella stampa di Oltremanica sarebbe la panchina del tecnico italiano.

Tottenham-Conte: rinnovo in standby

La stampa inglese riporta un tweet del giornalista Paolo Bargiggia, il quale riferisce che nel caso di un esonero di Massimiliano Allegri dalla panchina della Juventus a fine stagione, Antonio Conte potrebbe ritornare a sedersi sulla panchina bianconera, in quanto il contratto dell’ex tecnico dell’Inter andrà in scadenza a giugno 2023.

Nel caso di esonero di Allegri, infatti, la Juventus potrebbe optare per un ritorno di fiamma: il tecnico salentino ha allenato la società bianconera dal 2011 al 2014, dando avvio alla serie di nove scudetti vinti tra il 2012 ed il 2020 (l’ultimo con Maurizio Sarri, che rilevò la panchina bianconera proprio da Massimiliano Allegri nel 2019, per poi lasciare ad agosto 2020).

Un ritorno di Antonio Conte alla Juventus è ora possibile?

Un possibile avvicendamento alla guida tecnica della società guidata da Andrea Agnelli è al momento solo una suggestione, in quanto l’allenatore salentino non si è mai esposto ufficialmente in merito alla volontà di lasciare la panchina del Tottenham, in quanto l’appuntamento per trattare il rinnovo con il club inglese è fissato per gennaio 2023.

Tuttavia, fonti vicine all’entourage del tecnico salentino, secondo il portale inglese Football365, danno per certo l’addio al Tottenham per fine stagione, al fine di tentare a tutti i costi un approdo alla Juventus, sfumato nel 2019 con l’approdo di Maurizio Sarri e l’ex Lecce che andò poi all’Inter.

Antonio Conte: “Non mi importa la durata del contratto”

Il Tottenham ha iniziato a proporre il prolungamento di Antonio Conte a partire da agosto, ovvero dall’inizio dalla Premier League. Il tecnico leccese, però, ha sempre glissato sull’argomento, come nel corso della conferenza stampa di presentazione della sfida contro il Leicester dello scorso venerdì: “Devo essere onesto, nella mia carriera il contratto non è mai stato importante. Non ho avuto bisogno di firmare contratti per uno, due o tre anni. Per il club potrebbe anche essere un peso. Sono felice e stiamo lavorando molto bene insieme. Vogliamo continuare a migliorare, a costruire qualcosa di importante per questo club”.

Di sicuro, la pista di un ritorno di Antonio Conte sulla panchina della Juventus sarebbe ben caldeggiata dai tifosi della Juventus, in particolar modo se non arrivano segnali positivi nemmeno nella sfida contro il Monza.

Tottenham-Conte, futuro a rischio: Serie A sullo sfondo Antonio Conte scatenato contro Tuchel, le foto choc della rissa Fonte: Tottenham Hotspur FC via Getty Images

Leggi anche:

Caricamento contenuti...