Virgilio Sport

UAE Tour, va alla Soudal-QuickStep la cronosquadre

La squadra di Evenepoel vince una gara tirata, in 5" si classificano le prime cinque formazioni. L'iridato: "E' la specialità più complicata del ciclismo".

21-02-2023 20:09

UAE Tour, va alla Soudal-QuickStep la cronosquadre Fonte: Getty Images

E’ la seconda tappa all’UAE Tour e la cronosquadre che arriva al Khalifa Port dopo un percorso lungo 17,3 km, è equilibrata: vince la favorita Soudal-QuickStep, trascinata dal campione del mondo Remco Evenepoel, ma sono in cinque team racchiusi in una manciata di secondi: la sorprendente EF Education Easy Post, rimasta in testa alla classifica fino all’ultima partenza, è beffata per 1″, seguono la INEOS (+3″), la Bahrain Victorious (+4”) e la Team Jayco Alula (+5”), con la UAE Emirates di Adam Yates che paga qualcosina, ovvero 16”.

In classifica generale si prende la maglia l’australiano della INEOS Luke Plapp, che ha lo stesso tempo di Remco Evenepoel: tiene botta lo spagnolo Pello Bilbao (+4”).

Questo il commento di Remco Evenepoel: “Non ci aspettavamo di recuperare così tanto sulla EF perché eravamo concentrati in primo luogo sugli altri uomini di classifica come Bilbao e Plapp, ma prima di partire abbiamo visto che la Ineos aveva fatto un gran tempone. Sapevamo che per vincere dovevamo fare bene e abbiamo eseguito il nostro piano alla perfezione, perché volvevamo restare asssieme finché il vento era contrario. Alcuni hanno dato tutto nella loro ultima tirata: vincere con un distacco così ridotto è pazzesco. Per me è la prima vittoria nella cronosquadre: vincere le prime due tappe è perfetto per la nostra squadra, si è dimostrata molto forte di fronte ai ventagli e alla specialità più insidiosa del nostro sport. E’ un successo frutto di un piano perfetto”.

Pello Bilbao è anch’esso soddisfatto e guarda con ottimismo alle salite: “Avevamo il potenziale per rimanere tra le prime cinque, mi aspettavo di essere dietro due o tre avversarie; è positivo per la classifica generale che i distacchi siano minimi. Domani la battaglia sarà per gli abbuoni, a meno che ci sia qualche scatto di un corridore in corsa per la generale, possiamo vincere il Tour”.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...