Virgilio Sport

Van Aert, al Delfinato le prove generali per il Tour

Il campione belga della Jumbo-Visma parteciperà alla breve corsa a tappe francese con l’obiettivo di testarsi e mettere a punto la gamba in vista della Grande Boucle.

Pubblicato:

Van Aert, al Delfinato le prove generali per il Tour Fonte: Getty

Sarà un test importante il Giro del Delfinato per la Jumbo-Visma, squadra che in Francia andrà col chiaro obiettivo di oliare i meccanismi per correre un Tour de France da protagonista.

Della formazione giallonera impegnata da domani Oltralpe farà parte anche Wout van Aert, corridore che non ha dubbi su come approcciare la breve corsa a tappe transalpina.

“È senza dubbio una corsa di avvicinamento al Tour. Ma ovviamente vengo per fare bene e per allineare i meccanismi del Tour. Mi butterò nella mischia anche nelle tappe più difficili, mentre alla Parigi-Nizza ero stato più in disparte ad eccezione dell’ultima frazione”.

L’intento è quello di preparare la gamba per un Tour de France a cui quest’anno parteciperà con il dichiarato obiettivo di conquistare la maglia verde.

“Negli ultimi anni sono arrivato già due volte tra i primi cinque della classifica a punti, senza averci mai puntato seriamente. Quindi penso che potrà essere un obiettivo realistico, anche se la squadra sarà più concentrata sulla classifica generale”.

Per mettere le mani sulla classifica a punti van Aert ha già bene in testa come muoversi.

“Ovviamente un percorso difficile sarà a mio vantaggio, perché in quel tipo di tappa i velocisti puri si staccheranno. Ma resta il fatto che il sistema della classifica a punti favorisce i velocisti. Facendo un esempio, se vincessi tre tappe con un tracciato di media difficoltà, nella classifica per la maglia verde non otterrei molto di più di velocista puro che vince uno sprint di gruppo. Per tanto, se voglio raggiungere il mio obiettivo dovrò essere davanti anche in quelle tappe pianeggianti dove la vittoria si deciderà con una volata” ha spiegato il belga, pronto a cimentarsi con una tattica di gara molto dispendiosa.

“Sia io che la squadra abbiamo già calcolato in quali tappe potrei vincere e dove guadagnare punti. L’unica differenza rispetto agli altri anni è che adesso dovrò partecipare agli sprint intermedi” ha chiosato il vincitore della Milano-Sanremo 2020 che al Tour poi, oltre andare a caccia dei traguardi parziali, avrà il compito di aiutare Roglic nella rincorsa alla maglia gialla.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...