,,
Virgilio Sport SPORT

Vettel si lamenta, Leclerc sogna: arriva Monza

I piloti della Ferrari hanno espresso i propri stati d'animo alla vigilia del Gp più atteso della stagione.

Ottenuta la sospirata prima vittoria stagionale in Belgio grazie a Charles Leclerc che, partito dalla pole position, è riuscito a spuntarla su Lewis Hamilton nonostante un finale al cardiopalma per la rimonta dell’inglese, la Ferrari si affaccia con rinnovate speranze all’appuntamento più atteso della stagione, il Gp d’Italia sul circuito di Monza.

La corsa brianzola cade tra l’altro in giorni importanti e positivi, quelli delle celebrazioni per i 90 anni della Ferrari e quelli dell’ufficializzazione del rinnovo dell’accordo tra l’ente organizzatore del Mondiale e l’autodromo monzese, che ospiterà il Gp d’Italia almeno fino al 2024.

Ce n’è abbastanza allora per spingere lo stesso Leclerc e Sebastian Vettel a inseguire un successo che alle Rosse manca nella corsa di casa dal 2010, quando a trionfare fu Fernando Alonso. Per trovare l’ultima doppietta bisogna invece risalire addirittura al 2006, quando Rubens Barrichello tagliò il traguardo davanti a Michael Schumacher.

Alla vigilia delle prime prove libere i piloti della Ferrari hanno parlato delle proprie emozioni e pure del momento della squadra.

Leclerc si è soffermato in particolare sul rapporto con il compagno di squadra: "Con Seb le cose vanno bene, abbiamo trovato il giusto compromesso fra competizione e collaborazione per migliorare la macchina e lavorare per il team. In pista vogliamo superarci a vicenda, ma fuori condividiamo informazioni e cerchiamo di fare del nostro meglio per aiutare il team a portare la macchina dove vorremmo che fosse".

“A Spa è successo questo – ha aggiunto Leclerc – Sapevamo che le Mercedes erano superiori, ma c'è stato un grande lavoro di squadra, sia mio che soprattutto di Sebastian, che ha tenuto Hamilton dietro per un paio di giri e mi è stato di aiuto. Guidare una Ferrari a Monza sarà speciale, da nessuna parte si vede la passione che c'è qui”.

Quanto a Vettel, a secco di vittorie da un anno, ovvio che l’umore non possa essere alto come quello del compagno, ma la fiducia in chiave futura non viene meno: “Qui ho tanti ricordi, a partire dalla mia prima vittoria in Formula Uno nel 2008. Con la Ferrari sono salito sul podio, ma mai sul gradino più alto. E' una gara importante per noi, ma bisogna essere ottimisti e realisti al tempo stesso, senza dimenticare che la Mercedes è sempre la favorita. Pensiamo di poter fare bene, ma ci saranno altre gare nel campionato. Con Charles cerchiamo di collaborare, la macchina non è ancora al livello che vorremmo, non è in grado di vincere tutte le gare, ma penso che un giorno l'avremo e potremo lottare ovunque per vincere”.
 

SPORTAL.IT | 05-09-2019 17:17

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...