Virgilio Sport

Vincenzo Esposito mette le mani avanti

"Per battere una squadra come Milano è necessario essere al 100%. Noi ci stiamo avvicinando al 50%" ha spiegato il coach di Brescia.

03-09-2020 15:36

Vincenzo Esposito mette le mani avanti Fonte: Getty Images

“Per battere una squadra come Milano è necessario essere al 100%. Noi ci stiamo avvicinando al 50% delle nostre potenzialità. Quindi… ” Aggiungete voi il finale alle parole che Vincenzo Esposito ha utilizzato martedì sera per inquadrare la terza sfida della Germani Brescia nel girone di qualificazione della Supercoppa italiana, quella da disputare contro l’Olimpia Milano.

Quella mostrata dal coach casertano nella sua dichiarazione è una necessaria dose di realismo. Milano, infatti, si sta rivelando un autentico schiacciasassi, capace di strapazzare senza appello le prime avversarie incontrate sul proprio cammino: l’Acqua S. Bernardo Cantù, incontrata due volte e seppellita di canestri in casa e fuori, e l’Openjobmetis Varese, a cui la squadra di Ettore Messina ha inflitto 110 punti sul proprio parquet.

Contro una squadra costruita per dominare il campionato italiano e competere con le migliori squadre europee nella prestigiosa e difficilissima EuroLeague, Brescia potrà provare a opporre le armi che sono a sua disposizione in questo momento, carattere ed esecuzione. Armi che fino a oggi le hanno permesso comunque di portare a casa due vittorie nelle prime due uscite stagionali.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...