Virgilio Sport

Accusa boom: “Juve, Ronaldo non fa la differenza”

I numeri dicono che i bianconeri non sono migliorati con CR7

23-09-2019 10:53

Accusa boom: “Juve, Ronaldo non fa la differenza” Fonte: 123RF

È Cristiano Ronaldo il problema della Juventus. Una tesi sicuramente coraggiosa quella che Alberto Polverosi sostiene oggi nel suo articolo sul Corriere dello Sport e che di certo farà discutere non solo i tifosi bianconeri. Secondo il giornalista, la presenza di Cristiano Ronaldo ha obbligato Maurizio Sarri, il teorico assoluto del gioco collettivo, alla dipendenza da un solo giocatore, CR7 appunto. 

PARLANO I NUMERI. Ma il cambiamento di filosofia operato da Sarri non sarebbe giustificato dai numeri, secondo Polverosi. Nella scorsa stagione, infatti, al suo primo anno alla Juventus Ronaldo ha segnato 21 reti tra campionato e Champions League sulle 84 realizzate complessivamente dalla Juve. L’anno prima, quando CR7 era ancora al Real, la Juve di gol totalizzò ben 103 reti, con Dybala che ne segnò 22. E l’anno prima ancora, la Juve segnò 99 gol, con Higuain a firmarne 24. 

Pertanto, scrive Polverosi, “l’apporto reale di Ronaldo alla sua nuova squadra in fatto di gol è stato quasi impercettibile, non è bastato ad arrivare in finale di Champions e ha contribuito a vincere lo scudetto, come stava accadendo da sette anni senza di lui”. E anche in questa stagione, almeno finora, CR7 sarebbe stato inutile: ha segnato 2 reti in 5 partite, di cui una su rigore. 

SQUADRA DIVISA. Nonostante i dati, però, Sarri “divide la squadra in due pezzi, Ronaldo da una parte, gli altri dieci dall’altra”. Una scelta che per Polverosi può essere condivisa sul piano commerciale, economico e mediatico, considerata la potenza del “brand Cristiano Ronaldo”. 

Ma per il giornalista un allenatore dovrebbe principalmente occuparsi del piano tecnico. Quello che Sarri offre a Ronaldo “è un privilegio che una squadra pluricampione può accettare solo se quel giocatore fissa una differenza che finora non s’è vista. Una differenza fatta di gol, tanti, tantissimi gol, come ai tempi di Madrid”. 

Inoltre Polverosi evidenzia come nessuno abbia fatto notare che il gol di sabato del Verona, firmato da Veloso, nasca proprio da una palla persa da Ronaldo in uscita. “Un errore non da poco”, evidenzia il giornalista.   

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...