Virgilio Sport

Addio a Manolo Santana, grande rivale di Nicola Pietrangeli

Nato a Madrid, è stato il vero e proprio capostipite del tennis spagnolo. Vinse quattro tornei del Grande Slam, di cui due al Roland Garros, nei quali batté entrambe le volte in finale Pietrangeli, che era anche un suo grande amico.

Pubblicato:

Addio a Manolo Santana, grande rivale di Nicola Pietrangeli Fonte: Getty Images

E’ morto a 83 anni, nella sua residenza di Marbella, uno dei giganti del tennis europeo degli anni sessanta del ventesimo secolo e il primo dei grandi tennisti spagnoli, Manuel Santana, per tutti “Manolo”, grande rivale ma anche grande amico di Nicola Pietrangeli.

Manolo Santana, il capostipite del tennis spagnolo

Nato a Madrid il 10 maggio 1938 da una famiglia povera, ha iniziato come molti ragazzini della sua epoca ad avvicinarsi al tennis come raccattapalle al Club de Tenis Velazquez. Ha esordito in un torneo del Grande Slam a Wimbledon nel 1958, lo stesso anno in cui debuttò in Coppa Davis, in un’epoca in cui c’era la distinzione tra professionisti e dilettanti e i grandi tornei che conosciamo oggi erano riservati ai dilettanti, mentre i professionisti avevano un loro circuito autonomo fatto di esibizioni ma anche di tornei. E’ stato il capostipite della dinastia praticamente senza fine di grandi tennisti spagnoli che dopo di lui hanno popolato i tornei Open.

Manolo Santana: leggendaria la rivalità con Pietrangeli, suo grande amico

Ha vinto due volte il Roland Garros nel 1961 e nel 1964, entrambe le volte battendo in finale Nicola Pietrangeli, il suo grande rivale per la supremazia in Europa ma anche, come detto, suo grande amico. Inoltre nel 1965 si è aggiudicato i campionati degli Stati Uniti, che corrispondevano agli attuali US Open ma che allora si disputavano sull’erba, sempre a New York ma a Forest Hills, e nel 1966 entrò nella leggenda trionfando nel torneo di Wimbledon. Non giocò mai invece nello Slam australiano. In totale, tra dilettanti e Open, ha vinto 72 tornei, dal 1961 al 1967 è stato considerato uno dei migliori dieci tennisti del mondo, addirittura il numero uno nel 1966, anche se allora le classifiche ufficiali non esistevano. In doppio vinse il Roland Garros nel 1963 con l’australiano Roy Emerson.

Manolo Santana: una carriera durata oltre 20 anni

Si ritirò nel 1970 ma tornò nel 1973 per giocare ancora una volta in Coppa Davis per la Spagna, con la quale aveva perso due finalissime contro l’Australia nel 1965 e nel 1967, e poi fece delle sporadiche apparizioni fino a smettere definitivamente nel 1980, quando fu nominato per la prima volta capitano della squadra di Davis fino al 1985, ruolo che ricoprì anche dal 1995 al 1999. Vinse anche l’oro olimpico a Città del Messico 1968 ma la sua vittoria non risulta negli annali perché, incredibilmente, il tennis era sport dimostrativo. Infine, fin dalla prima edizione, ha diretto il Masters 1000 della sua città natale.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...