,,
Virgilio Sport SPORT

Altra medaglia per l'Italia nei pesi: Antonino Pizzolato bronzo

Il 24enne siciliano di Castelvetrano si installa sul gradino più basso del podio, oro al cinese Xiaojun Lyu, argento al dominicano Zacarias Bonnat Michel.

Era da Parigi 1924 che l’Italia non vinceva tre medaglie olimpiche nel sollevamento pesi, e oltretutto questa volta ne abbiamo portata a casa una femminile, la prima della storia, con l’argento di Giorgia Bordignon nella categoria 64 kg. A gioire, dopo Alberto Zanni, bronzo nei 67 kg, è oggi Antonino Pizzolato, che vince lo stesso metallo negli 81 kg.

Dopo la fase di strappo il 24enne siciliano nato a Castelvetrano era secondo alle spalle del cinese Xiaojun Lyu, dopo aver sollevato 165 kg contro i 170 dell’asiatico. Nello slancio Pizzolato, dopo aver alzato 200 kg, ha fallito i tentativi con 203 e 210 kg ed è stato scavalcato dal dominicano Zacarias Bonnat Michel, 163 nello strappo e 204 nello slancio per un totale di 367 contro i 363 del siciliano.

Dopo lo strappo, a quota 163 c’erano anche il lettone Ritvars Suharivs e il colombiano Brayan Santiago Rodallegas Carvajal, che però nella seconda fase non sono andati oltre i 195 e 196 kg. Pizzolato si è assicurato così uno storico bronzo, mentre il cinese Lyu, già oro a Londra 2012 e argento a Rio 2016, ha trionfato con 374 kg complessivi sollevati, che gli sono valsi ben tre record olimpici, 170 nello strappo, 204 nello slancio e complessivo.

Per l’Italia è la quarta medaglia di giornata e la ventiquattresima totale in questa edizione dei Giochi olimpici di Tokyo 2020. Pizzolato è stato oro europeo nel 2019 e quest’anno e qui, vincendo il trofeo più importante della sua carriera, si è confermato al vertice continentale della categoria.

OMNISPORT | 31-07-2021 11:17

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...