Virgilio Sport

Appare la "carta Cristiano Ronaldo", il documento fa tremare la Juve

Il documento che non doveva esistere, in realtà, sarebbe agli atti. Firmato dall'ex ds Paratici, non è stata siglata dal portoghese. Il 27 marzo l'udienza preliminare.

19-01-2023 09:47

Nuovo capitolo nella lunga telenovela legata all’indagine in corso ai danni della Juventus. Pubblicata la famosa “carta Cristiano Ronaldo”.

La “carta Cristiano Ronaldo” firmata dall’ex ds Paratici

Il Corriere della Sera ha pubblicato la “carta Cristiano Ronaldo”. Il documento è stato ritrovato dalla Guardia di Finanza nello studio dell’avvocato Federico Restano il 23 marzo 2022.

La “carta Cristiano Ronaldo” è agli atti. Nessun dubbio che sia stata scritta per il fuoriclasse portoghese. L’intestazione non lascia nessun dubbio in proposito: “Egregio Signor Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro…”. Firmata dall’ex ds Fabio Paratici, non riporta la firma di Cristiano Ronaldo.

La Juventus trema, il documento potrebbe creare tanti problemi

Il documento nelle mani dell’accusa sarebbe molto importante. Di fatto, si tratterebbe di un accordo per il pagamento, posticipato nel tempo, di una cifra pari a 19,6 milioni di euro (debito residuo nei confronti del portoghese, prima del suo passaggio al Manchester United). Un debito che, secondo gli inquirenti, non sarebbe mai stato messo a bilancio.

La “nuova Juventus”, ora nelle mani dell’ad Maurizio Scanavino, ha già fatto sapere che si difenderà in ogni modo dalle accuse nei suoi confronti. Indubbiamente, la “carta Cristiano Ronaldo” potrebbe causare dei problemi ulteriori.

Con la “carta Cristiano Ronaldo”, lo scenario cambia per tutti

Un documento che “non dovrebbe esistere” che, invece, esiste assolutamente. Alla luce di quanto pubblicato dal Corriere della Sera, la situazione ora cambia completamente per tutti quanti.

Il portoghese Cristiano Ronaldo, attraverso i suoi legali, si sarebbe già tutelato, chiedendo tutti gli atti per non avere sorprese. Il fatto di non aver firmato il documento potrebbe risultare molto importante ai fini dell’indagine. Chiaramente, ora bisognerà attendere l’udienza preliminare, in programma il prossimo 27 marzo, per avere un quadro più delineato dell’intera vicenda che, con la presenza della “carta Cristiano Ronaldo” si arricchisce di un nuovo elemento decisamente pesante che potrebbe inguaiare la Juventus dell’era Andrea Agnelli.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...